Live Sicilia

Ato 3 Rifiuti

Alla Simco neanche un cent
Italia: "Costretti allo stop"


Articolo letto 1.498 volte
VOTA
5/5
1 voto

ato 3, concetta italia, consorzio simco, rifiuti, Cronaca
CATANIA. L’incontro fiume di giovedì scorso in Prefettura non ha ancora prodotto alcun risultato. L’avere visto revocare il blocco della raccolta alla Simco è infatti solo un aspetto della vicenda. Il resto della storia è restato, invece, in alto mare. E così il Consorzio è nuovamente sul piede di guerra e nelle prossime ore non sono esclusi altri colpi di scena. La questione è semplice: i 900 mila euro promessi dalla Provincia non sono ancora arrivati nelle casse della Simco e adesso dal Consorzio non si più disposti ad aspettare. La condizione iniziale per far partire nuovamente il servizio di raccolta è stata, infatti, disattesa. “In pratica – ci dice il presidente della Simco, Concetta Italia – siamo stati gli unici a rispettare i patti. Abbiamo ripreso regolarmente il servizio ma non abbiamo visto un centesimo e questo ci ha messo in seria difficoltà nei confronti dei nostri creditori. Dove sta l’inghippo? Personalmente, non lo so. Il patto era che la Provincia avrebbe girato i soldi all’Ato che a sua volta li avrebbe versati nelle nostre casse. Ma, sinora, assolutamente niente”.

E, adesso, il problema si ripropone: cosa può accadere? Anche alla luce del fatto che dai rispettivi consigli comunali non è giunta alcuna delibera di Piano di rientro così come era stato concordato sempre nel famoso vertice in Prefettura: “Proprio così – conferma il presidente di Simco-. Non mi va di fare la prepotente: ma saremo, evidentemente, costretti ad interrompere nuovamente il servizio”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php