Live Sicilia

IL CASO

"Taci miserabile" sul web
Recca: "Giannino non cita me"


Articolo letto 10.207 volte
VOTA
3.8/5
12 voti

Catania, fermare il declino, Giannino, monti, recca, udc, università
CATANIA - "Non ne so niente, ho già detto da giorni via twitter e facebook che la cosa mi lascia assolutamente esterefatto". Antonino Recca, rettore dell'Università di Catania, risponde alla bomba lanciata da Oscar Giannino, secondo cui un professore associato avrebbe scelto di rinunciare alla candidatura di Fare per Fermare il Declino perché un Magnifico Rettore di una grande città del sud, candidato con Monti, lo avrebbe convocato invitandolo a desistere dalla sua scesa in politica in quanto avrebbe rischiato di non poter diventare docente ordinario. "Nessun professore mi ha mai parlato di una sua eventuale candidatura con Giannino - dichiara Recca, che proprio con Monti è candidato, a LiveSiciliaCatania al telefono - attraverso un comunicato stampa chiedo ufficialmente a Giannino di smentire che l'Università di Catania fosse il suo tra virgolette obiettivo".

La nota dell'ufficio stampa dell'Ateneo poco dopo arriva puntuale a tutti gli organi di informazione. Il mittente è l'ufficio stampa dell'Università di Catania anche se la vicenda è più politica che accademica. Recca, ribadisce quanto anticipato a LiveSiciliaCatania: "Il rettore chiamato in causa da vari interventi apparsi nel web e nei social network - si legge - dichiara che quanto affermato da Oscar Giannino non riguarda in alcun modo il magnifico". Per concludere il rettore uscente "invita il candidato premier alle prossime elezioni politiche, ad affermare la totale estraneità dell'Università di Catania in ordine alla vicenda oggetto delle sue recenti dichiarazioni pubbliche".

In effetti, il video in cui Giannino grida "Taci miserabile!" dal palco è in breve diventato un cult della Rete. E la "caccia" al misterioso rettore si è scatenata da più parti. Diversi avevano puntato proprio verso Catania. In attesa della risposta del leader di Fare per Fermare il Declino, il "terremoto" prosegue sul web. Il video di Giannino dal titolo "Taci Miserabile" è stato postato e caricato su tutti i social network. La prima reazione di Recca è stata quella di rimarcare la sua estraneità attraverso un post sia sul suo profilo facebook e twitter ma la reazione è stata una pioggia di commenti al "vetriolo". Leggendo su profilo di Tony Recca ci sono accuse anche di censura di alcuni post. Anche Sergio Serafini, assessore della Giunta Stancanelli, ha postato il video di Giannino sul suo profilo facebook, una scelta che ha causato l'eliminazione del giovane politico dalla cerchia di amici facebook del candidato senatore. "Il già Magnifico Rettore - scrive Serafini - mi ha eliminato dagli amici FB per aver commesso la grave colpa di pubblicare il video di Giannino :D #sapevatelo" E contattato da LiveSiciliaCatania conferma la notizia. Il tutto mentre Catania attende per domani l'arrivo di Mario Monti, che parlerà al Teatro Sangiorgi.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php