Live Sicilia

Partito Democratico

Sperimentare il cambiamento
Raciti: “ Bisogna voltare pagina”


Articolo letto 2.874 volte
VOTA
4.7/5
9 voti

acireale, fausto raciti, pd, Politica
Il segretario Fausto Raciti

Il segretario Fausto Raciti



ACIREALE. Il Partito Democratico presenta la sua squadra, a farne parte è anche Fausto Raciti, candidato alla Camera dei deputati e segretario nazionale dei giovani democratici. A Livesiciliacatania parla del suo impegno politico, della sua voglia di contribuire al cambiamento, proposto largamente dal programma del Pd.

Fausto Raciti, acese, militante ormai da molti anni a Roma, torna nella sua città…

Mi riempie di orgoglio poter tornare ad Acireale e avere l’opportunità di mettermi a disposizione della mia città e del partito;abbiamo tutti ben chiaro il bivio di fronte al quale ci troviamo. La nostra Provincia e la nostra Sicilia hanno creduto per anni alle promesse,dando credito politico a chi ha inteso spenderlo in questa Regione secondo un semplicissimo credo “Affamali e dalla loro fame prova a trarne consensi” questo è il meccanismo che la destra ha costruito in Sicilia, un meccanismo che oggi può essere scardinato grazie anche alla recente elezione di Rosario Crocetta che ha aperto un’opportunità straordinaria di cambiamento.

Le elezioni sono ormai alle porte e c’è ancora scetticismo tra gli elettori..

La cosa peggiore da fare è pensare che queste elezioni possano essere vissute da semplici spettatori, gli uomini dalle promesse facili sono sempre in agguato, dietro l’angolo, non dimentichiamoci che da noi è venuto un comico genovese a promettere e, visto che ormai i posti di lavoro non si possono più promettere,è venuto a raccontarci che ogni disoccupato avrà mille euro. Sarebbe il caso di provare a dire basta a chi pensa che la Politica sia un grande spettacolo, a chi pensa di potersi nutrire della fame e della disperazione quotidiana delle persone. Noi giovani candidati siamo qui per cercare di trasmettere un cambiamento forte, e cambiare questo paese a partire dal mezzogiorno

A proposito di giovani, è evidente la disponibilità da parte del partito di un cambio generazionale, cosa rara se si parla di candidatura alla Camera…

Massimo D’Alema, rinunciando alla sua candidatura alla camera è l’uomo che ha reso possibile questo cambiamento, in questi anni è stato “l’uomo del mezzogiorno” uno di quelli che quando si trattava di fare una battaglia contro quel blocco che oggi permette ai lombardi di trattenere il 75% delle loro tasse in Lombardia, non si è mai tirato indietro contrastando questo sistema,battaglia che fortunatamente è portata avanti anche da Crocetta. Oggi noi rappresentiamo un Partito Democratico nuovo e siamo in condizione di chiedere a testa alta la fiducia ai nostri concittadini che guardano a noi con simpatia ma con quella diffidenza che chi fa politica conosce molto bene. E’ il momento di voltare pagina, abbiamo un apossibilità anche in questa città, ad Acireale, una delle vittime principali in Provincia, vittima del disastro di un meccanismo per il quale la politica è sistemare i figli e fare figliastri. Possiamo scegliere, sperimentiamo il cambiamento per voltare pagina.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php