Live Sicilia

Lotta alla pedofilia

Meter, Don Fortunato: "Attenzione ai profili sui social"


Articolo letto 1.114 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, don fortunato di noto, meter, polizia postale
CATANIA. "La vigilanza di un genitore, la fiducia nel segnalare il tutto a Meter, la percezione della pericolosità di quello che stava avvenendo online per l'inesperienza del minore attraverso i social networks hanno fatto sì che non accadesse l'irreparabile". E' questo il commento dell'Associazione Meter alla notizia della denuncia di uomo di anni 35 anni da parte della Polizia Postale e delle Comunicazioni perché ritenuto responsabile di adescamento on-line di minorenne. L'indagine era stata avviata dopo una segnalazione dell'associazione guidata da don Fortunato Di Noto. "Non ci stancheremo mai - continua Meter - di dire che sui social networks i profili dei minori possono risultare pericolosi. Dall'ultima ricerca Meter - somministrata a 770 studenti di età inferiore ai 12 anni - è emerso che il 99% ha un profilo falso e che non percepisce la pericolosità nel frequentare gli spazi web". "L'adescamento online (grooming) - conclude l'associazione - é un fenomeno in espansione che non riguarda solo il minore, ma nel complesso tutta la famiglia che, coinvolta, poi deve essere aiutata a superare questo trauma".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php