Live Sicilia

L'iniziativa di Capodanno

Nessun giallo sul sorteggio
Si terrà il 25 Aprile


Articolo letto 1.420 volte
VOTA
0/5
0 voti

associazione Ciauda, Capodanno, Catania, sorteggio, Cronaca
CATANIA - Era stato organizzato lo scorso Capodanno per una lodevole causa. Unire le sensibilità dei catanesi, raggruppati in Piazza Università per brindare al nuovo anno, raccogliendo fondi a favore di due bambine costrette a convivere con gravi patologie. Sofia, affetta da una grave scoliosi congenita e Smeraldina, obbligata a giacere in una culla alla rianimazione pediatrica dell'ospedale Garibaldi di Nesima per insufficienza respiratoria.

Ma il sorteggio di beneficienza, quella sera del 31 dicembre, non è avvenuto. A segnalarlo, qualche giorno dopo, alla redazione di Live Sicilia Catania, era stato un lettore - Davide – che, attraverso una mail, esprimeva il suo “rammarico”, invitando a far luce sulle reali motivazioni del suo annullamento. “Sono stati venduti solo 10 biglietti e raccolti appena 20 euro, cifra particolarmente esigua che ci ha indotto, in sinergia con i genitori delle due bimbe, a riflettere per individuare una soluzione alternativa e più proficua alla nobile causa”. Questa era stata l’immediata replica dell’associazione culturale “Ciauda”, organizzatrice dell’iniziativa. Tra le opzioni messe al vaglio per portare a compimento il sorteggio: accostare la raccolta fondi ad un altro evento o proseguire la vendita dei biglietti on line.

Ma dal 2 gennaio (data di pubblicazione dell’articolo) ad oggi, l’assenza di una soluzione resa nota da parte dell’associazione ha indotto il lettore a ricontattarci: “Nonostante abbia sollecitato notizie in merito alla raccolta fondi a favore di Sofia e Smeraldina ed al sorteggio mai avvenuto, nessuna risposta da parte di Nati al sud è pervenuta. Chiedo cortesemente di approfondire in merito”. “Il ritardo – spiega Denis D’Ignoti, voce narrante del progetto ideato dall’associazione Ciauda - è stato dovuto al fatto che, sin dai primi giorni di gennaio, ci siamo adoperati per coinvolgere diversi locali della zona nell’ottimizzazione della raccolta fondi. Ma non è stato facile giungere ad una soluzione, in quanto il nostro obiettivo è portare a compimento l’iniziativa coinvolgendo quanto più pubblico è possibile, rispettando le regole di correttezza e trasparenza che da sempre ci contraddistinguono. Ragion per cui abbiamo deciso di scartare a priori la vendita dei biglietti on line, consci dei costi di commissione che i servizi postepay o paypal avrebbero imposto ai fruitori. Ci rammarica che qualcuno possa dubitare della nostra onestà, specie quando al centro delle nostre attenzioni vi è la sofferenza di due bambine. Pertanto, il sorteggio sarà effettuato nel prossimo evento organizzato dall’associazione Ciauda: il 25 aprile all’Agorà Schettino di Paternò in occasione di “Arte e liberazione”.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php