Live Sicilia

Parla Maran

"Contro l'Atalanta sarà dura
Ma ce la giocheremo"


Articolo letto 1.739 volte
VOTA
0/5
0 voti

Atalanta, Catania, maran, serie a, Sport
TORRE DEL GRIFO (Mascalucia). Rolando Maran si mostra fiducioso prima della partenza alla volta di Bergamo. Il Catania si è allenato bene in settimana ed è pronto la lanciare la sfida all'Atalanta. Non ci saranno assenze pesanti, stavolta, perché Legrottaglie ed Alvarez hanno smaltito i postumi dell'influenza, si sono allenati regolarmente stamattina e quindi sono stati convocati. "Questo mi facilita nelle scelte che dovrò fare per il reparto difensivo -afferma il tecnico rossazzurro - e deciderò solo prima di scendere in campo. L'Atalanta e' una buona squadra, in salute e che recentemente ha perso partite senza meritarlo. A Bergamo sarà dura ma noi c'è la giocheremo".

- Punti pesanti in palio?

Non sarà una gara spartiacque per la nostra classifica, in ogni caso. Interpretiamo la partita mantenendo la nostra identità a prescindere dal modulo che attueremo.

- Potrà contare nuovamente su Castro.

Castro sta facendo bene ma tutti meritano la ribalta. Ci troveremo di fronte un'Atalanta che schiera i nuovi arrivati ma la squadra di Colantuono mantiene comunque una sua precisa fisionomia e, soprattutto in casa, gioca in modo compatto chiudendo tutti gli spazi agli avversari. Noi dovremo essere bravi a trovare i varchi giusti e poi sfruttarli.

- In trasferta il Catania adesso si fa rispettare ...

Anche stavolta scenderemo in campo con la voglia di ottenere il massimo, come sempre, senza dimenticare poi che in campo ci vanno anche gli avversari. Dovremo adattarci ad un terreno di gioco in condizioni non perfette ma...faremo di necessità virtù.

- Torna Marchese!

Sì, Marchese è convocato. Poi vedremo se schierarlo o meno. Nel ruolo di terzino destro abbiamo varie opzioni (Capuano, Marchese o Alvarez).

- Che direzione arbitrale si aspetta?

Non si è' ancora sbollita la rabbia per l'immeritata sconfitta di Napoli che cercheremo di tradurre in energia ulteriore domani a Bergamo. Io avevo capito che il tocco con la mano fosse sempre rigore, come dice il regolamento ma domenica scorsa non è andata così.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php