Live Sicilia

Muore a 16 anni nella strada della morte
Sdegno tra gli abitanti: "Vogliamo più sicurezza"


Articolo letto 13.273 volte
VOTA
1.8/5
10 voti

Catania, Croce rossa, incidente, Lorena Maria Carmela Gianbirtone, san giovanni galermo

Il luogo dell'incidente ed il mazzo di fiori per Lorena (foto Condorelli)



CATANIA - La "strada della morte" fa un'altra vittima: è Lorena Maria Carmela Gianbirtone, appena 17 anni, morta ieri sera in un drammatico incidente stradale.

Lo schianto in via don Minzoni, a San Giovanni Galermo, intorno alle 9 di sera: Lorena era a bordo di una Fiat 500 guidata da un ragazzo. Il giovane, forse per l'alta velocità, ha perso il controllo dell'auto che si è schiantata contro un palo della luce. Sul posto sono intervenuti i Vigili Urbani.

Lorena era una studentessa e nel tempo libero si dedicava al volontariato nella Croce Rossa, dov'è impegnata la mamma, il papà informatore scientifico e suo fratello Emanuele, vent'anni. "Una famiglia stimata - affermano, affranti, i volontari -  e benvoluta da tutti. Lorena era una ragazza speciale".

"Ieri sera - scrive la Croce Rossa di Catania in una nota -  a causa di un tragico incidente stradale, ci ha lasciati, a soli sedici anni, la volontaria Lorena Giambirtone, figlia di Salvo e Nuccia e sorella di Emanuele, tutti volontari della CRI.  Lorena, ieri sera, dopo aver concluso il suo turno di servizio presso il reparto di pediatria dell’ospedale Vittorio Emanuele ed aver tolto la divisa della CRI aveva deciso di fare una passeggiata con un amico, passeggiata rivelatasi fatale. Lorena aveva seguito le orme dei genitori e del fratello, impegnati da diversi anni in Croce Rossa, indossando anche lei, con grande orgoglio e voglia di fare, la divisa della Croce Rossa Italiana e dimostrando, sin da subito, la sua grande devozione al fianco dei vulnerabili e di quanti avessero bisogno di aiuto. La notizia della sua prematura e tragica scomparsa ha lasciato sgomenti i volontari, facendo calare un velo di tristezza e un senso di vuoto in chi la conosceva.

“L’attività svolta da Lorena è stata sempre encomiabile e motivo di orgoglio per la Croce Rossa – ha dichiarato commosso il presidente Stefano Principato - seppur giovane, Lorena ha sempre dimostrato tanta voglia di fare, professionalità, amore ed entusiasmo in tutti i servizi nei quali era impegnata a nome dell'associazione. I volontari della Croce Rossa di Catania si stringono nel dolore della famiglia Giambirtone".

incidente lorena gianbirtone

Alcuni rottami dell'auto dopo l'incidente di ieri sera (foto Condorelli)



Dolore e rabbia tra gli abitanti: da anni, infatti, la gente del quartiere chiede che la strada sia resa più sicura. Il tratto di via Don Minzoni teatro dell'incidente si trova proprio davanti la sede della municipalità:  "Siamo vicini al dolore della famiglia - spiega a LiveSiciliaCatania il presidente Giuseppe Catalano - e continuiamo a denunciare la pericolosità di questa strada, che ha fatto oltre 15 vittime in dieci anni. Tavoli tecnici  e sopralluoghi non hanno ancora portato a niente". Catalano spiega perchè la strada è stato lo scenario di così tanti incidenti: "E' la vecchia circonvallazione del quartiere, collega la periferia con il centro storico, ed invita a correre: c'è una curva a gomito, in discesa, e poi un rettilineo. L'unico deterrente è rallentare la velocità: ecco perchè chiediamo la messa in sicurezza della strada, con l'istallazione della segnaletica orizzontale e verticale, una rotatoria, ed un'autovelox. Dopo tante proteste siamo riusciti ad ottenere una pattuglia dei Vigili Urbani una volta a settimana, ma non è sufficente".

I funerali si svolgeranno domani mattina alle 11 nella parrocchia di Sant'Euplio in piazza Montessori.

Guarda il video

Guarda le foto

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php