Live Sicilia

Il tecnico degli etnei

"Stiamo andando alla grande.
Ma la strada è lunga..."


Articolo letto 2.011 volte
VOTA
0/5
0 voti

catania calcio, lega serie a, Rolando Maran, Sport
CATANIA. Rolando Maran parla, dalle pagine web del sito ufficiale della Lega Calcio di A, della sua avventura alle falde dell’Etna. Il tecnico rossoazzurro illustra il progetto e le speranze del suo Catania.

“Abbiamo iniziato questa avventura e sta andando alla grande, anche se siamo coscienti che la strada da percorrere è ancora lunga. Il nostro obiettivo principale è quello di assicurarci la salvezza il più rapidamente possibile. Poi, se saremo stati abbastanza bravi, proveremo a fissare nuovi obiettivi, ma non dobbiamo perdere di vista quello principale e stiamo mettendo tutti i pezzi al posto giusto per avere basi più solide per il futuro”.

“Il Catania mi ha dato l'opportunità di approcciarmi alla Serie A TIM attraverso una Società ben organizzata, che lavora seguendo determinati obiettivi con grande professionalità. E questa per un allenatore è un' ottima base da cui partire, oltre ad essere una grande soddisfazione per me allenare questa squadra”.

“Ricordo che i miei ex-allenatori mi incoraggiavano spesso a fare un tentativo come allenatore, una volta appese le scarpette al chiodo. Non so se in realtà volessero solo farmi intendere che era giunto il momento per me di smettere di giocare...!!! Ad ogni modo sono contento di aver ascoltato i loro consigli. Nel corso degli anni ho imparato a modificare il mio stile di coaching e quello che volevo dal gruppo in base ai calciatori che avevo a disposizione, al tipo di squadra e al livello della competizione alla quale partecipavamo. Abbiamo giocato quasi sempre con il 4-3-3, che all'occorrenza può essere modificato in un 3-5-2, ma il modulo di base è il 4-3-3”.

“Essere in campo ed avere la possibilità di esprimere se stessi, colpire il pallone e riuscire a far si che vada esattamente dove vuoi tu è una sensazione speciale, e mi manca. La cosa più importante è che i calciatori diano il loro massimo. Ogni giorno, ogni settimana, ogni mese va vissuto al massimo. I ragazzi non devono avere la sensazione di non aver provato a fare tutto quello che potevano, perchè solo così è possibile raggiungere gli obiettivi”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php