Live Sicilia

Sant'Agata

Piano di assistenza
In strada 800 volontari


Articolo letto 1.817 volte
VOTA
0/5
0 voti

118, Catania, Sant'Agata. protezione civile, Cronaca
CATANIA - Il sindaco Stancanelli ha varato il piano di intervento operativo per l’assistenza alla popolazione, in occasione della prossima festa di Sant’Agata che, come di consueto, riverserà sulla strade un notevole afflusso di devoti catanesi e di turisti. Saranno circa 800 i volontari che forniranno assistenza alla popolazione, molti di questi agiranno su più turni, assicurando anche un supporto sanitario, 24 saranno gli operatori del servizio di protezione civile, in turni h24, a questi si aggiungerà un coordinamento sanitario operato dal 118 con mezzi e personale medico e infermieristico.

Tutti gli operatori saranno impegnati con turnazioni diverse a partire dalle prime ore del mattino del 3 febbraio fino a conclusione delle celebrazioni all'alba del 6 febbraio. Il piano di intervento operativo, coordinato dall'architetto Maria Luisa Areddia e da Salvatore Fiscella nell'ambito dell'assessorato alla protezione civile retto da Giuseppe Marletta, nasce per la salvaguardia della popolazione che interviene alla festa avvalendosi dell’ormai consolidata esperienza sviluppata dall’Amministrazione comunale. Il piano, visionabile sul sito istituzionale www.comune.catania.it, vede anche il coinvolgimento delle direzioni e dei servizi connessi al controllo ed alla gestione dell’evento tra cui il comando di Polizia municipale e la manutenzione dei Servizi Tecnici.

Fondamentale è il supporto logistico e sanitario fornito all’intera operazione dal SUES 118, nonché dalle Associazioni di Volontariato facenti parte del Coordinamento Comunale del Volontariato di Protezione Civile e dell’Amt. Una macchina complessa che prefigura, insieme a scenari di eventi possibili, la pianificazione operativa anche di diversi soggetti di volontariato sanitario, e un modello di intervento che comprende la strutturazione della sala operativa comunale e le procedure del sistema di comando per il controllo delle operazioni e del funzionamento dei presidi attivati con la gestione complessiva dell’intera operazione.

”La festa della Patrona- ha detto Stancanelli- comporta un’organizzazione strutturata in più livelli, intercomunicanti, con una regìa certamente complessa che la macchina comunale ha finora condotto egregiamente con l’ausilio del volontariato e degli operatori sanitari. Anche i concittadini però possono fare la propria parte, assumendo un ruolo essenziale perché tutto si svolga in maniera regolare. Occorre ad esempio che i balconi non vengano sovraccaricati con troppi ospiti, così come invito tutti a usare i mezzi pubblici per gli spostamenti, per evitare inutili ingorghi e criticità”. Insieme alle squadre appiedate di volontari, per la gestione logistica e sanitaria, posizionate secondo uno schema consolidato, sarà realizzato, nel piazzale Spirito Santo, un punto informativo, curato dal volontariato. Saranno 44 le squadre operative appiedate schierate dalla Cri e dalle Misericordie, ciascuna squadra formata da sei operatori sanitari, una squadra ulteriore sarà riservata alle persone diversamente abili, in collaborazione con l’Associazione “Come Ginestre”; 43 le ambulanze messe in campo sia dalla Cri che dalle Misericordie, con a bordo tre operatori ciascuna. In piazza Spirito Santo, verrà attivato dalla Centrale Operativa SUES 118 Catania, un posto Medico Avanzato (PMA) di 1° livello. Sarà inoltre operativo un “MSA (mezzo di soccorso avanzato) itinerante” a cura del S.U.E.S. 118 che verrà inizialmente posizionato in Piazza Borsellino e, successivamente, si muoverà seguendo il percorso del fercolo. Il S.U.E.S. 118 garantirà, altresì, punti di prima assistenza sanitaria con auto medica o “mezzi di soccorso avanzato intinerante.

La direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione, prevede anche l’attivazione del COC( centro operativo comunale) con la costituzione di una sala Operativa comunale e l’attivazione della Sala Radio, con 5 operatori Radio Ari Fir Cb per turno per curare le comunicazioni con varie postazioni fisse e mobili, e il comparto cosiddetto di logistica con 4 squadre per turno. La composizione della sala operativa, il cui coordinamento è assicurato dal funzionario di turno del servizio di Protezione Civile, prevede l’attivazione delle funzioni di supporto “Sanità”, “Volontariato”, “Materiali e Mezzi”, “Servizi Essenziali”, “Strutture Operative Locali (Comando di Polizia Municipale)” e “Telecomunicazioni”. Queste le associazioni di volontariato che partecipano attivamente al piano comunale: ADMI, AEOP, AIRONE Sporting Club, AQUILE DELL'ETNA, AQUILE di CATANIA, ARI, CIVES, CNGEI, CROCE ROSSA ITALIANA, EKOS ESAF/GVE, FIR-CB CLUB 27 CT, GESTA, MISERICORDIA Catania Porto, S. Leone, S. M. di Ognina, Trappeto Nord, NUOVA ACROPOLI, O.E.V.F e Difesa, O.J.K Gruppo Volontari Italia, PANTERE VERDI CT .


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php