Live Sicilia

i dati del comune di catania

Municipalità colabrodo
1,2milioni ai consiglieri


Articolo letto 15.137 volte

Catania, consiglieri di quartiere, municipalità, rimborsi, scandalo, Catania, Politica
CATANIA – Un esercito di consiglieri di quartiere di destra e di sinistra hanno usufruito del rimborso dello stipendio perchè impossibilitati a recarsi sul posto di lavoro a causa di riunioni di commissione e assemblee. Tutto previsto dalla legge: se il consigliere per svolgere la sua attività istituzionale non può recarsi a lavoro, il Comune rimborsa al datore la cifra lorda richiesta.

In alcuni casi si tratta di pochi spiccioli, in altri di cifre che sfiorano i 100mila euro per 5 anni di partecipazione ai consigli di quartiere. In totale, i cittadini hanno pagato 1,2milioni di euro di rimborsi tra il 2008 e il 2012.

Giuseppe Giustolisi, dipendente dell'Amt è costato 7.865,85 euro, Giuseppe Calabrese, consigliere della quinta municipalità, è costato 8165,4 euro come dipendente dell'Amt, stessa azienda di Giuseppe Calabrese (12.231euro), Sebastiano Sicali (12.382 euro), Antonino Trichini (7.584 euro).

All'Auchan sono stati rimborsati 847,54 euro per Daniele di Salvo, e 46.092,3 euro per Salvatore Spadaro.

La Catania Multiservizi Spa ha tre consiglieri dipendenti: Domenico Agosta (1582,38 euro nel 2008), Maurizio La Magna (16.675,61 euro dal 2008 al 2012), Rosario Patanè (7392 euro nel 2008).

Salvatore Falcone, dipendente del CesFor Snc è costato 66.436 euro,38 in quattro anni); Gianfranco D'Aquino, dipendente della cooperativa Creattività è costato 41.969,59 euro; Giuseppe Fodale, Pd, della Crias è costato 22.635,56 euro.

Tre sono i consiglieri di quartiere dipendenti della Dusty Srl: Santo Arena, della sesta municipalità, Lista Musumeci, costato 16.474,46 euro; Eugenio Mascali, Udc, 21.622,11 euro; Mario Privitera, Pdl, 10.204,74 euro.

Vincenzo Crimi, dipendente dell'Ecap Catania è costato 32.947,69; Francesco Proietto, Pdl, dipendente della Farmacia di Nesima è costato 45.309,44; Giovanni Fodale, Pds, dipendente della Katane Handling a partire dal 2010, è costato 57.090,73; Ernesto Privitera, Sicilia Forte e Libera, è costato 2135,65 euro; Francesco Mascali, Lista Bianco, è costato 19.567,84 euro.

Il lavoro non svolto da 4 consiglieri presso ditte che si occupano di nettezza urbana, ha comportato il rimborso alla oikos di 1339,10 euro per Santo Arena, 2786 euro,20 per Gianfranco D'Aquino, 4.359,25 euro per Antonino Manara e 724,59 per Eugenio Mascali.

Marcello Russo dipendente della Palma Srl è costato 4.398 euro; Pasquale Grasso della Perla del Mediterraneo cooperativa, è costato 8997,45 euro; Diego Favata, Pd, delle Poste Italiane è costato 25.263,68 euro; Francesco Ventura, Lista Stancanelli, sempre di Poste Italiane, è costato 47.915,46 euro.

Tre sono i dipendeti della Pubbliservizi che ottengono il rimborso come consiglieri di quartiere: Santo Fascetto, Pds, costato 21.272,56 euro; Vincenzo Li Causi, Pds, costato 22.840,02 euro; Giovanni Nicotra costato 4.409 euro nel 2008.

Enrico Giuffrida, dipendente Rfi, è costato 2.086,04 euro nel 2008.

Numerosi i dipendenti della Sac Service che ottengono il rimborso dello stipendio come consiglieri di quartiere: Paolo Aiello 2.183,80 nel 2008; Giuseppe Castiglione, Pdl, 1.455,36 euro nel 2008; Agata Scalia 2.257 euro nel 2008; Antonio Siscaro, Pds, 16.267,12 tra il 2008 e il 2011; Massimo Tempio, Pds, 2.752,89 nel 2008; Gianluca Venuti 49,30 euro nel 2008.

Come dipendenti della Sac, Giovanni Fodale, Pds, è costato 62.663,52 euro tra il 2008 e il 2009; Ernesto Privitera è costato 1.252,43 euro tra il 2008 e il 2009; Santo Privitera 2.537,44 euro nel 2008; Salvatore Pulvirenti 23.556,76.

E ancora: Agatino Clemente, Pdl, dipendente della cooperativa Seriana 2000 è costato 19.983,60 euro nel 2011 e 2012; Orazio Serrano, Pd, Seriana 2000, è costato 16.524,90 euro tra il 2010 e il 2012; Benedetto Liborio, Serit Spa, è costato 6264,89 euro tra il 2008 e il 2011; Davide Grillo, Sicilia Forte e Libera, è costato 2.188,23 tra il 2008 e il 2009 come dipendente della Shindler Spa; Vito Mineo della Siciliana alimentari Srl è costato 3280,77 euro nel 2008.

Tre i dipendenti della Sidra Spa: Alfio Agostino, Pdl, costato 26.586,78; Antonino Finocchiaro, Lista Bianco, costato 56.358,12 euro; Mario Maiuri, Pdl, costato 30.125,83.

Vincenza Blancato, Lista Musumeci, come dipendente della Simeto Ambiente Spa è costata 99.000,85 euro tra il 2008 e il 2012; Giuseppe Scuderi, Pdl, della Sims cooperativa, è costato 59.348,46; Giuseppe Catalano, dipendente Sise Spa, ex Seus, è costato 7.000,83 euro; Dario Rubino, Sicilia Forte e Libera, della Sostare Srl, è costato 21.363,8 euro.

Cinque i dipendenti della St Microelectronics che ottengono rimborsi: Massimo Castiglione, Pd, 17.683,57 euro; Pasquale Di Mauro, 2.167,18 nel 2008; Massimiliano Ramaci 1.862,82 nel 2008; Salvatore Rapisarda 94.508,00; Marcello Tringali costato 30.847,68 euro tra il 2008 e il 2009.

Agostino Trovato, dipendente della tabaccheria Di Bella è costato 7374 euro nel 2009; Agatino Lanzafame, Sicilia Forte e Libera, è costato 2.702 euro nel 2012 come dipendente della cooperativa sociale Team.

fonte dei dati: COMUNE DI CATANIA

 

 

 

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php