Live Sicilia

piano di risanamento

Manca il numero legale
Consiglio rinviato a stasera


Articolo letto 2.920 volte
VOTA
1/5
5 voti

Catania, consiglio comunale, piano risanamento, Catania, Politica
CATANIA – Tutto rimandato a domani. La seduta di Consiglio comunale convocata alle 18 di oggi, la prima per discutere e approvare il Piano di rientro e la delibera sulla riduzione delle mumicipalità propedeutica all' atto predisposto dall'amministrazione comunale, è infatti saltata per mancanza di numero legale. Solo venti i consiglieri presenti all'apertura e ancora meno dopo un'ora di sospensione per validare la seduta. Una defezione di massa, dunque, nonostante all'ordine del giorno vi fosse una delibera di estrema importanza che, votata o meno, segnerà le sorti della città: nel primo caso salvandola dal dissesto, il piano di risanamento, infatti, è un atto necessario per permettere al Comune di accedere al Fondo "Salva Enti", nel secondo determinandolo.

In ogni caso, che la discussione sarebbe stata lunga lo aveva previsto anche il presidente del consiglio comunale, Marco Consoli che, infatti, ha convocato l'assemblea cittadina tutti i giorni fino a venerdì con il medesimo ordine del giorno. Non sarà facile, infatti, licenziare un documento così delicato dal punto di vista finanziario e che creerà, di fatto, gli effeti del dissesto economico, almeno per quanto riguarda l'aumento dei tributi al massimo. Le opposizioni sono pronte a dare battaglia; gia domattina è prevista una conferenza stampa del Partito democratico proprio sul Piano di rientro, e saranno sicuramente numerosi gli emendamenti che verrano presentati dai vari gruppi consiliari.

Anche l'amministrazione sembra stia ancora lavorando all'atto, predisponendo un emendamento che potrebbe stravolgerlo in alcuni suoi punti. Tutto rinviato a domani, insomma, per il dibattito e il voto, sempre a patto che si raggiunga il numero legale.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php