Live Sicilia

AL PalaCus

“Party and Smile”con Zumba® Fitness


Articolo letto 4.690 volte
VOTA
5/5
4 voti

Catania, palacus, zumba, Zapping
CATANIA - Tutto pronto per la prima edizione di “Party and Smile”, la prima manifestazione capitanata da Lorena e supportata da 12 maestri zumba siciliani, con la quale si vuole realizzare un desiderio, quello espresso dal piccolo Tommaso, affetto dal morbo di Pearson. La raccolta fondi è destinata a "Make a wish"la onlus che non combatte la malattia né opera nell’ambito della ricerca ma intercetta i desideri dei bambini e fa di tutto per soddisfarli.

Domenica 27 Gennaio dalle ore 9.30 il PalaCus di Catania ospiterà i maestri internazionali del mondo Zumba ® Fitness (provenienti dal Canada, da New York, dal Regno Unito, dall’Austria) e le tantissime affezionate e praticanti entusiaste di un’attività sportiva da anni in voga negli Usa.

"Make a wish", da anni attiva nel sociale, vuole esaudire i desideri dei bambini dai 3 ai 17 anni gravemente malati, perché, come recita lo slogan, "un desiderio esaudito, un bambino che ritrova il sorriso". Fabio e Sune, i fondatori della onlus, sono i genitori di Carlotta, scomparsa all’età di 10 nel 2002. In ricordo della piccola lavorano con tanto amore cercando di essere d’aiuto a quanti vivono una realtà che loro hanno conosciuto da vicino. Ad oggi sono stati esauditi 750 desideri grazie ai tanti generosi che hanno contribuito attraverso una donazione ma in cantiere ce ne sono tantissimi.

“Da sette mesi lavoro a questo progetto – afferma Lorena Mirabella istruttrice zumba ed organizzatrice di Party and Smile - con entusiasmo e con la collaborazione dei colleghi istruttori. Nel nostro piccolo, proviamo a regalare la cosa più bella e semplice del mondo, un sorriso al piccolo Tommaso, con la voglia di assumerci l’impegno di esaudire un desiderio l’anno”.

Tommaso, 8 anni, è molto curioso e sveglio e sa già che da grande diventerà veterinario. Tra le domande che pone vorrebbe sapere cosa c'è dentro il marsupio dei canguri. Il desiderio è, quindi, quello di andare in Australia, la terra dei canguri.

“Per esaudirlo ci stiamo impegnando tutti, istruttori e sponsor che hanno sostenuto economicamente l’evento – racconta a livesiciliacatania la Mirabella - e sono felice di poter dire che manca davvero poco al raggiungimento dei cinquemila euro, somma necessaria per in viaggio di un mese in Australia”.

Ad oggi sono stati raccolti 4700 euro e la compagnia di bandiera Alitalia ha offerto i biglietti aerei. E’possibile contribuire attraverso l’acquisto, direttamente il 27 al PalaCus, di un biglietto di 5 euro così da accedere all’evento; per partecipare attivamente alle lezioni, invece, il contributo è di 20 euro e dà diritto ad una bag con gadget vari tra cui, integratori, prodotti zumba, barrette energetiche e buoni. Per ogni biglietto acquistato verrà rilasciata una ricevuta per scaricare l’importo dalla dichiarazione dei redditi.

A chiusura della mattinata verrà comunicato l’incasso e solo allora si saprà se potrà esaudirsi il desiderio di Tommaso o se, occorrerà cercarne un altro tra i tanti raccolti da “Make a wish”; nel pomeriggio poi, i 5 performer mondiali terranno i corsi di formazione e perfezionamento destinati solo agli istruttori siciliani.

140 mila località, 150 paesi e 14 milioni di persone: non stiamo dando i numeri! Sono le cifre, da capogiro si, che descrivono un fenomeno nato per caso, la zumba il cui nome è frutto della fantasia. Già, perché evoca un suono che è piaciuto e ha fatto subito presa.

Si tratta di nuova attività sportiva made Usa che ha contagiato anche l’Italia, sin dal 2011. Tra i nuovi training di danza fitness, la zumba, è un ottimo brucia-calorie, è divertentissima, efficace e si ispira ai ritmi latino americani creati da produttori vincitori del Grammy Award.

E chi avrebbe mai potuto immaginare il successo di un’idea nata per caso?

Correvano gli anni ‘90 quando Alberto "Beto" Perez, ideatore dell'esperienza Zumba, ha dato fiato (e corpo) ai primi passi di zumba. Un giorno, durante un corso di aerobica che teneva nella sua città natale, Cali, in Colombia si presentò a lezione senza le musiche che di solito utilizzava. Alzò l’ingegno, utilizzando il mix di musica, tra salsa e merengue, che teneva nel suo zainetto. Risultato? I partecipanti ballarono a ritmo di musica dimenticando la sequenza di passi strutturati sul tempo e, cosa più importante, il sorriso era sulla bocca di tutti!

Era nato, insomma, un nuovo concetto di fitness: la zumba! Da qui, poi, a creare un fitness party è passato poco, pochissimo tempo. Per questo motivo molti lo hanno definito un vero e proprio "caso felice”, in continua evoluzione, fatto di esercizi fisici sempre nuovi che non comportano sforzi particolarmente sacrificanti e appassiona, soprattutto, le donne.

Il programma Zumba offre otto tipi di corsi Zumba: fitness, gold (per chi inizia o per partecipanti anziani), toning (per scolpire il corpo e tonificare i punti critici), acquazumba (divertimento in acqua), zumbatomic (pensato per i più piccoli), in the circuit (un mix di danza e allenamento a circuito), gold toning (sintesi perfetta di pesi e musica) e sentao, l’ultimo arrivato, che offre l'emozione di un fitness party insieme ad un'esplosiva coreografia con una sedia per rinforzare, dare equilibrio e stabilizzare la parte superiore del corpo. Per molti ma non per tutti data la fatica che provoca!

Cos’è che rende vincente la zumba?

“Colpisce l’anima – mi comunica ridendo Lorena.Ti muovi, bruci calorie divertendoti e l’ora vola via!”

Provare per credere, allora: domenica 27 tutti sul palco per la lezione di fitness, portando nel cuore la gioia di aiutare Tommaso.

 

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php