Live Sicilia

CRITICITA' ALL'AEROPORTO

Chiesto un tavolo tecnico
Mancini: “Aperti al confronto”


Articolo letto 3.248 volte
VOTA
0/5
0 voti

mancini, marresi, messina, pdl, sac, Cronaca
CATANIA - Lo scalo etneo, tornato ormai in piena attività dopo i lavori di riqualificazione della pista, sembra non convincere appieno, in termini di funzionalità, alcuni fruitori. Lo hanno evidenziato Manlio Messina (presidente della VII Commissione consiliare Turismo del Comune di Catania) e Andrea Barresi (consigliere comunale e componente della medesima Commissione) che, spinti dalle segnalazioni giunte da parte di diversi cittadini, hanno effettuato un sopralluogo per verificare la sussistenza delle criticità pervenute. Sotto accusa, in particolar modo, la chiusura al traffico della bretella di collegamento al settore partenze, l’efficienza del parcheggio a sosta breve, il box dell’Ufficio Turismo del Comune chiuso e la massiccia presenza di rom dentro e fuori l’aeroporto.

“Nonostante i lavori di adeguamento dell’area che porta al settore partenze siano conclusi da tempo – spiega Manlio Messina - essa è ancora chiusa al traffico con gravi disagi per gli utenti costretti a transitare nella già frequentata zona arrivi. Ci è stato detto che le motivazioni risiederebbero nell’impossibilità di destinare agenti della Polizia Municipale per presidiare la zona ma, pur comprendendo le difficoltà derivanti dal risicato organico del Corpo Municipale, tale decisione sta intasando la già congestionata zona arrivi con la conseguente, paradossale, necessità che più vigili urbani siano destinati a essa per disciplinarne il caotico traffico”.

“Quello della chiusura al traffico della rampa è un problema che non sussiste – controbatte a LiveSiciliaCatania Gaetano Mancini, l'Amministratore delegato della Sac – dato che di comune accordo con il direttore dell’Enac stiamo valutando soluzioni che consentano la sua riapertura, nel più breve tempo possibile, rispettando i canoni di funzionalità e sicurezza per i viaggiatori stessi. Ragion per cui sollecitiamo il Comune a dotare l’area, specie nelle ore in cui l’aeroporto risulta maggiormente frequentato, di una presenza maggiore di agenti della Polizia Municipale per evitare l’insorgere di spiacevoli fenomeni di inciviltà. Fenomeni particolarmente frequenti negli anni precedenti”.

Sotto esame, poi, la funzionalità del parcheggio per la sosta breve.

“La cattiva funzionalità di tale parcheggio – rileva Andrea Barresi - eccessivamente distante dalla struttura dell’aerostazione, costringe i viaggiatori ad attraversare l’intera area destinata al traffico veicolare, per giunta esposti alle intemperie non essendo stato previsto nessun percorso coperto.”

“Come si può affermare – replica Mancini - che i parcheggi risultino eccessivamente lontani se la distanza dall’aeroporto è di appena 50 metri? Credo che tale affermazione non tenga conto delle condizioni in cui versava la zona dedita alla sosta fino a due anni fa: caotica, priva di viabilità, piena di abusivi e sprovvista di verde urbano. Per rendere più fruibile l’attraversamento per gli utenti è, inoltre, previsto un accordo di programma con la realizzazione di percorsi provvisti di copertura”.

E sulla massiccia presenza di rom nelle adiacenze e all’interno dell’aeroporto il presidente della Sac aggiunge: “Abbiamo inviato mille segnalazioni al Comune e alla Prefettura affinché si intervenga, ma i riscontri non sono stati particolarmente produttivi. Attraverso LiveSicilia lancio un ulteriore appello per sollecitare le istituzioni ad individuare soluzioni in grado di affrontare al meglio la problematica tenendo presente anche che la Società aeroportuale di Catania non ha alcuna possibilità di intervento in materia”.

Sul Box dell’Ufficio turistico chiuso conclude, infine, Mancini: “Era stata stipulata tempo fa una convenzione con il Comune per la gestione, ma sono sopraggiunti dei problemi tra l’Enac e l’ente comunale stesso”.

Diverse dunque ancora le questioni da affrontare e che hanno indotto Manlio Messina e Andrea Barresi a convocare un tavolo tecnico a cui saranno invitati a partecipare oltre al sindaco e all’assessore al Turismo, il comandante della Polizia Municipale e i vertici della Sac e dell’Enav.

 


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php