Live Sicilia

L'INTERVISTA

L'investimento di Busi:
"Scelta coraggiosa"


Articolo letto 4.951 volte
VOTA
5/5
3 voti

Catania, coca cola, luca busi, sibeg, Catania, Economia
 Busi Sibeg CocaCola Catania

Luca Busi alla presentazione di questa mattina



CATANIA - Chi la dura la vince, viene da dire. In un momento di difficoltà come questo, inorgoglisce tutti i siciliani poter assistere a strategie imprenditoriali molto importanti per la nostra isola. Ai microfoni di LiveSicilia Catania, l’amministratore delegato Luca Busi.

“E’ stata una scelta coraggiosa: approvato l’investimento c’era uno scenario competitivo dinnanzi a noi. L’aver tenuto la fermezza sull’investimento è stata una decisione semplice che sta pagando e bene. Oggi per noi è una giornata speciale perché vuol dire la piena autonomia dell’impianto di produzione di Catania, cosa questa che comporta un vantaggio all’ambiente, visto che sino a ieri acquistavamo le lattine per il mercato siciliano da Marcianise e Nogara. Impostate le produzione l’impatto ambientale sarà di gran lunga diverso”.

Quindi con la produzione delle lattine si chiude il cerchio?

“Si, assolutamente e nella miglior delle maniere. Con una linea che coniuga due fattori che risultava difficile metter insieme: la flessibilità con la possibilità di cambio formato per piccoli lotti come il caso della mini lattina o della lattona per i discount, con un’alta efficienza”.

Qualche tempo fa la vostra campagna pubblicitaria portava lo slogan “talìa stu prezzu”. Un’attenzione da parte di un non siciliano per una cultura ed un linguaggio prettamente siciliano che ha decretato il successo di Sibeg.

“Si, direi proprio di si. Sono siciliano d’adozione, in realtà! Dal 2011 vivo a Catania e seguo da vicino il processo di produzione. Di certo è un gran risultato raggiunto: un vestito su misura per il nostro consumatore. Coca Cola parla siciliano, il top. E poi parla di un prezzo, che è stata l’arma vincente. Abbiamo capito che il budget familiare è stato ridotto, la capacità di spesa è diminuita e le aziende devono dare risposte a questo. Noi la risposta che abbiamo dato è stata di abbassare il prezzo. Sul litro e mezzo, 1 euro e 55 è stato riconfermato per tutto il 2013”.

“A ciò si aggiunga che abbiamo lanciato i formati più piccoli con un prezzo inferiore e ciò è stato cruciale per il nostro sviluppo 2012. In più Coca Cola Italia ha impostato un piano di comunicazione dedicato con “talìa stu prezzo”, che porta felicità alla famiglia. Siamo davvero molto soddisfatti”.

Da imprenditore che ha vissuto anche momenti di criticità come vede la situazione attuale?

“E’ un momento estremamente critico, siamo tutti pronti e speranzosi per intravvedere la ripresa che tutti facciamo fatica a scorgere. Siamo sulla soglia più bassa però bisogna essere positivi e continuare ad investire. Per quanto ci riguarda, a livello aziendale abbiamo una chiarezza di strategia, percorso e priorità: non abbiamo dubbi su cosa fare e dove vogliamo andare. Poi veniamo premiati perché le attività che promuoviamo danno i risultati sperati”.

Per i giovani che si inseriscono nel mercato del lavoro come possono approcciarsi alla vostra realtà?

“Sviluppiamo molti stages durante l’anno; lo scorso anno circa 25 stagisti e poi qualora ci siano posizioni aperte facciamo scouting tra gli stagisti. E’un bel serbatoio che si crea. Sul lato commerciale ci sono ottime opportunità sul lato del promoter si fa un percorso molto vicino al sell out”.

Progetti futuri?

“Innanzitutto riuscire a fare il percorso dei piani commerciali, scaricare a terra le attività di quest’anno doli nei tempi previsti. Sogni nel cassetto, c’è la nuova linea del pet e nuovi uffici ma all’interno di un percorso sostenibile”.

Qual è la formula vincente di Coca Cola. Perché piace Coca Cola?

“Sono cresciuto accompagnato dalla bottiglia di Coca Cola. Penso che la prima cosa sia la qualità del gusto che soddisfa sempre e poi il raggiungimenti di molteplici altri fattori determina la sintesi del successo”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php