Live Sicilia

Il botta e risposta

Misterbianco: scompare l'Udc
Cirolli: "Mai esistito"


Articolo letto 3.735 volte
VOTA
5/5
1 voto

Catania, Ernesto calogero, Filippo Cirolli, misterbianco, udc, Politica
CATANIA – Continua il botta e risposta tra gli esponenti dell'Udc provinciale, divisi ormai in due fazioni: i pro e i contro la scelta, che è sembrata più un ordine di scuderia, di piazzare nei posti chiave delle liste, esponenti del nuovo corso del partito, giunti dalla diaspora del Mpa. Dopo la restituzione, da parte dal coordinatore Udc di Misterbianco Ernesto Calogero, e dei consiglieri comunali Giuseppa Vittorio e Michele Tenerello, della tessera del partito, "non potendo – hanno scritto - più condividere queste scellerate scelte del partito, che di fatto, in provincia di Catania è diventata una vera e propria succursale del Mpa e, continuando di questo passo, sarà certamente destinato all'estinzione, per non venire meno ai miei principi etici e morali", arriva infatti la pronta risposta del commissario straordinario nominato dal segretario nazionale Lorenzo Cesa, Filippo Cirolli.

"Grazie a notizie di stampa apprendo che a Misterbianco l'Udc scompare dopo l'uscita dal partito dell'onorevole Marco Forzese e dei suoi fedelissimi, ma la notizia è un'altra- afferma in una nota - apprendere dell'esistenza dell'Udc a Misterbianco, almeno fino a prima delle ultime Regionali".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php