Live Sicilia

Gli assessori “da bere”

Tre soci dello Yachting Club
al governo della città


Articolo letto 4.919 volte
VOTA
0/5
0 voti

Angelo Moschetto, Auto Yachting club, Carmencita Santagati, Catania, Franco Ballati, Sergio Parisi, Catania, Politica
Catania assessori YachtingCATANIA - Un incontro informale, una chiacchierata tra amici. É questo la sensazione suscitata dall'incontro promosso ieri sera da Franco Ballati, il presidente dello Auto Yachting club di Catania. Il titolo è esemplificativo, “Il Comune di Catania raccontato dagli assessori... nostri soci”. L'occasione dell'incontro di ieri sera nasce appunto da una piccola constatazione: “Ci siamo resi conti – ha spiegato a LiveSiciliaCatania- che tre dei nostri soci sono attualmente assessori al Comune, che stanno contribuendo alla sviluppo della città. Questo è ovviamente un motivo di orgoglio per noi del club, un chiaro segnale – ha sottolineato Ballati- di cosa voglia dire coinvolgere la società civile nella cosa pubblica”.

I tre assessori sono appunto Carmencita Santagati, che si occupa di politiche ambientali; la new-entry di dicembre Sergio Parisi, con delega allo sport; e l'amministratore più che navigato – sembra proprio il caso di sottolinearlo, vista la sede dell'incontro- Angelo Moschetto, assessore al decentramento.

Lo scopo dell'incontro è stato quello di relazionare ai soci, esclusivamente a loro, sull'attività amministrativa svolta finora. Carmencita Santagati è stato molto chiara: “Spesso si addebita al comune di Catania delle responsabilità che non ha: la spazzatura per le strade di Tremestieri, San Gregorio e di altre realtà dell'hinterland non sono di nostra competenza. Noi oggi, col sindaco, nonostante le criticità economiche del momento, stiamo cercando in tutti i modi di evitare gli scioperi degli operatori del settore, abbiamo cercato il dialogo con le parti, e dobbiamo dire di avere trovato degli interlocutori responsabili. Ora – ha aggiunto la Santagati- abbiamo lanciato il programma di 'Catania pulita', vogliamo che siano gli stessi cittadini ad essere partecipi della pulizia della città. Più che reprimere – ha sottolineato- puntiamo a informare. Sembrerà strano, ma mi sto appassionando al settore, e che credo – ha concluso l'assessore alle politiche ambientali- che dalla differenziata proverranno delle risorse economiche per l'intera collettività”.

A proposito di passioni, il neo assessore alle attività sportive Sergio Parisi appassionato lo è di certo. La sua è infatti una “vita per lo Sport”, dentro e fuori le vasche del nuoto agonistico. Lui è infatti presidente regionale della federazione nuoto. “Il mio mandato sarà breve, ma conosco già il settore e le sue criticità. Nel giro di poco tempo abbiamo risolto alcune questioni annose sulla gestione degli impianti, anzi, nel giro di poco tempo stiamo approntando un piano di riorganizzazione di ogni singolo impianto, dobbiamo distribuire al meglio le risorse che ci sono e che abbiamo recuperato. Stiamo cercando – ha fatto sapere- di riannodare i rapporti con il Calcio Catania. Lo sport – ha concluso- è una risorsa per tutta la città, dobbiamo puntare su di esso perché lo sport è un volano certo per il turismo”.

Conclude il giro degli interventi Angelo Moschetto. Non ha problemi lui ha rivendicare la sua adesione ai club: “Chi appartiene ai club ha un quid in più rispetto alla massa, per massa, non fraintendete, intendo un concetto quantitativo”. Per lui la scaletta è fatti da cinque punti ben precisi: “Entro breve i certificati catastali potranno essere ritirati nelle stesse municipalità; abbiamo riformato l'ufficio dell'anagrafe domiciliare; riformato pure l'albo dei rilevatori elettorali; stiamo riducendo le Municipalità da dieci a sei; vareremo immediatamente – ha concluso- un nuovo piano per il funzionamento delle stesse Municipalità”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php