Live Sicilia

Il giorno del giudizio

Check-in a Fontanarossa
ma si decolla da Sigonella


Articolo letto 5.857 volte
VOTA
5/5
3 voti

aeroporto fontanarossa, arrivi, Catania, chiusura, orari, partenze, Catania
Nella foto Nico Torrisi, Ad Sac Spa

Nella foto Nico Torrisi, Ad Sac Spa



CATANIA - Conto alla rovescia a Fontanarossa per i lavori di riqualificazione della pista. Per un mese, da lunedì e fino al 5 dicembre, l'aeroporto di Catania resterà aperto ma i passeggeri saranno trasferiti nella base militare di Sigonella, dove tutti i voli decolleranno ed atterreranno.

Per trenta giorni, quindi, l'air-side catanese si trasformerà in un cantiere a cielo aperto, con squadre di operai che lavoreranno no-stop: un'operazione unica nel suo genere perchè Fontanarossa è il più grande aeroporto della Sicilia e del Sud Italia, e conta circa 7 milioni di passeggeri l'anno. Sarà rifatta la pista, lunga 2.560 metri ed usurata da 50 anni di attività. L'intero onere finanziario grava sulla Sac, la società di gestione dello scalo: "Sarà un mese complesso - spiega a LiveSiciliaCatania l'amministratore delegato della Sac Nico Torrisi - ma funzionale a dimostrare il forte senso di responsabilità di questa gestione nei confronti della Sicilia e dei siciliani. Le alternative? Palermo o Reggio Calabria, ma le abbiamo scartate. Chiediamo a tutti i passeggeri - prosegue Torrisi - di condividere lo sforzo di un'operazione complessa e costosa che necessita collaborazione e tolleranza. D'altronde - conclude - il premio sarà un aeroporto perfettamente in regola con gli standard di sicurezza internazionali a disposizione di quanti arriveranno in Sicilia nei prossimi anni".

Il Piano messo a punto dalla Sac insieme con l'Aeronautica Militare e l'Enac di chiama "Sigonella 2012": fondamentale la collaborazione con il Prefetto di Catania Francesca Cannizzo e con le principali compagnie aeree che operano a Catania, quali Alitalia, Meridiana, AirOne, AirItaly, Easyjet, Blu Panorama, Volare, Air Malta, Lufthansa e Air Berlin.

Ecco i consigli fondamentali per non restare a terra.

Partenze: L'apertura dei check-in è prevista tre ore prima del volo: chi parte, compreso chi ha il web check-in, deve fare tutte le operazioni di accettazione all'aeroporto di Catania entro 90 minuti dall'orario del volo. E' questo il termine ultimo per non rimanere a terra. Per i bagagli la procedura è la stessa: quelli a mano viaggeranno con i passeggeri sui bus navetta, e quelli da imbarcare si consegneranno regolarmente ai banchi check-in.

Arrivi: I passeggeri atterreranno sulla pista di Sigonella e, entro un'ora dall'atterraggio, arriveranno a Fontanarossa dove dove ritireranno anche i bagagli.

I controlli di sicurezza, dogana e frontiera si effettueranno a Catania. Tutti i trasferimenti, da Catania verso Sigonella e viceversa, saranno su un bus navetta a cura della Sac, senza soste e fermate intermedie. Vietato, quindi, l'accesso autonomo a Sigonella.

Ai passeggeri disabili e ai Passeggeri a Ridotta Mobilità sará data priorità di imbarco a Sigonella: sia in arrivo che in partenza, eccezionalmente, i loro accompagnatori (con proprio titolo di viaggio) non potranno viaggiare insieme sul mezzo di trasporto speciale da/per Sigonella/Fontanarossa. Il terminal Fontanarossa resterà aperto con tutti i servizi aereoportuali: biglietterie, parcheggi, rent a car, banca, bar-ristoranti. Per avere informazioni in tempo reale sull'operatività dei voli, basta consultare il sito della Sac: www.aeroporto.catania.it


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php