Live Sicilia

CATANIA, PARLA L’ATTACCANTE

Bergessio: "Sono sereno
I gol arriveranno"


Articolo letto 2.034 volte
barrientos, bergessio, bologna, castro, Catania, donadoni, gomez, maran, parma, spolli, Catania, Sport

Il centravanti argentino Gonzalo Bergessio (nella foto) ha parlato in sala stampa: “In attacco siamo poco concreti. Non sono preoccupato dal fatto che non segno molto. Prima pensiamo a salvarci e poi puntiamo al resto. Per un posto in Europa dovremmo lottare con Fiorentina, Lazio e Roma”. Ripresi nel pomeriggio gli allenamenti in vista della sfida contro il Parma.

VOTA
0/5
0 voti

CATANIA – Da una parte gli undici gol subiti in sei giornate, record negativo subito dietro la stagione del ritorno in A, dall’altra i sette realizzati con ben marcatori diversi. Per analizzare quest’ultimo dato, chi meglio del bomber argentino Gonzalo Bergessio (doppietta al Genoa nella 2^ giornata) può spiegare il perché di un attacco etneo tanto sterile.

El ‘Lavandina’, presente oggi nella sala stampa di Torre del Grifo a due giorni dalla pesante sconfitta contro il Bologna, ha esordito parlando proprio del 4-0 maturato al ‘Dalla’Ara’: “Con i se e con i ma non si va lontano. A Bologna abbiamo commesso tanti errori dopo la prima rete. C’è da dire che la sfortuna ha avuto la sua buona parte ma ciò che dovremo migliorare è l’approccio alle gare esterne. Lavoreremo giorno per giorno coll’intento di trovare regolarità anche fuori il ‘Massimino”.

In estate Maran, fra tanti attaccanti a disposizione, puntò con decisione sulla punta ex Saint Etienne come fece il suo predecessore Montella. Bergessio, con piglio da vero leader, non intende deludere il suo nuovo mister: “Se commettiamo degli errori lo facciamo in undici. La nostra squadra può confrontarsi con chiunque anche se, al momento, manca un po’ di concretezza nella manovra d’attacco. Io non sono un centravanti che segna trenta gol a stagione ma cerco sempre di migliorarmi. Il calcio italiano, rispetto a quello argentino è molto più duro e difficile. Gomez, Barrientos e Castro possono però fare la differenza”.

Alle porte c’è la possibilità di riscattarsi, domenica arriva il Parma nel vecchio ‘Cibali’ e Bergessio non vede l’ora di scendere nuovamente in campo: “Siamo pronti a giocare ogni settimana e già con il Parma serve una prestazione ottimale per portarci a casa tre punti. Sia che segni o meno resto sempre sereno. Ciò che mi interessa è dare una mano alla squadra. Obiettivo? Il nostro è salvarci il prima possibile anche se penso che possiamo puntare più in alto. Per l’Europa ce la giochiamo con Fiorentina, Roma e Lazio”.

Oggi i rossazzurri riprendono gli allenamenti a Torre del Grifo con una seduta a porte chiuse. Da valutare le condizioni di Spolli, uscito anzitempo con il Bologna per un problema muscolare, e Almiron. Domenica contro i ducali sarà assente Capuano, il giudice sportivo ha inflitto una giornata di squalifica al terzino campano.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento