Live Sicilia

Pronta la nomina di Francesco Aiello

Il 'fuggi fuggi' degli assessori
S'è dimesso anche D'Antrassi


Articolo letto 3.901 volte
aiello, capodicasa, d'antrassi, governo, rimpasto, Politica

Dopo il recentissimo addio di Giosuè Marino, lascia anche l'assessore alle Risorse agricole (Elio D'Antrassi, nella foto). Nelle prossime ore si attende l'ufficialità. Al suo posto, l'ex deputato del Pci e assessore del governo Capodicasa, Francesco Aiello.


Il “fuggi fuggi” dal governo regionale prosegue. La sfilza di dimissioni, iniziata prima di Natale con quella di Andrea Piraino, ma intensificatasi nelle ultime settimane con l’addio di Sebastiano Di Betta e, nelle ultime ore, di Giosuè Marino, non ha soste. Si è dimesso, infatti, anche l’assessore alle Risorse agricole Elio d’Antrassi. La notizia, non ancora ufficiale, è stata confermata da alcuni esponenti della maggioranza. Al suo posto sarebeb stato nominato l'ex deputato di Pci e Pds Francesco Aiello.

Una decisione che sembrava certa qualche giorno fa. Ma negli ultimi giorni, D’Antrassi sembrava esser tornato indietro sui suoi passi. Oggi, però, oggi la nuova accelerazione. Le necessità del governo Lombardo recentemente “ritoccato” dalle iniezioni di “politica”, potrebbe aver convinto definitivamente l’assessore.

“Al momento – aveva detto D’Antrassi a Live Sicilia pochi giorni fa – non ho intenzione di dimettermi. A meno che il mio passo indietro non dovesse rispondere a necessità di un riequilibrio politico della giunta”.

A dire il vero, qualcuno parlava da tempo di un assessorato alla agricoltura da tempo in fase di smobilitazione e trasloco. E per la verità, già nei giorni scorsi circolava il nome. Si tratta di Francesco Aiello, un passato col Pci, partito col quale è stato eletto per tre volte all’Ars e fuoriuscito anni fa dal Partito democratico. Aiello è stato anche assessore regionale proprio all’Agricoltura, del governo di Angelo Capodicasa.

E il "mini-rimpasto" già tramutatosi in un "rimpastone" potrebbe non finire qui. Pronti a lasciare, infatti, sarebbero anche Pier Carmelo Russo e Mario Centorrino, due assessori "vicini" al Pd. Ma per la decisione, probabilmente si attenderà la verifica tra i democratici, annunciata dal capogruppo Cracolici per domani.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento