Live Sicilia

Gela

Liquami in mare, indagati cinque manager di Caltaqua


Articolo letto 1.437 volte
Caltaqua, Diego Marrone, José Salvatore Gozo, Rocco Caccamo, Salvatore Giuliana, Vincenzo Di Marco, Cronaca

Chiuse le indagini sull'anomalo funzionamento del depuratore biologico di Macchitella, a Gela. Accuse per tecnici e dirigenti della società "Caltaqua-Acque di Caltanissetta spa".

VOTA
1/5
1 voto

Formalizzate, a conclusione delle indagini svolte dalla guardia costiera di Gela, le accuse della magistratura a carico di dirigenti amministrativi e tecnici della società "Caltaqua-Acque di Caltanissetta spa", indagati per l'anomalo funzionamento del depuratore biologico di Macchitella, a Gela, i cui reflui non trattati venivano di notte scaricati in una zona di mare molto frequentata dai bagnanti. Cinque le persone accusate, a vario titolo, di smaltimento illegale di reflui urbani non depurati; danneggiamento aggravato di aree boschive e di aree destinate a pubblica utilità; scarico di acque reflue depurate ma con valori di sostanze inquinanti superiori ai limiti imposti dalla legge.

Gli indagati sono José Salvatore Gozo, vice direttore generale di Caltaqua; il direttore tecnico Salvatore Giuliana; il responsabile della gestione impianti, Vincenzo Di Marco; Diego Marrone, responsabile della gestione impianti per la zona sud della provincia nissena, e Rocco Caccamo, coordinatore di processo del depuratore di Macchitella. L'impianto, sottoposto a sequestro, nell'agosto dello scorso anno, perché scoperto a scaricare 180 mila litri al giorno di liquami non trattati, è stato affidato in gestione giudiziaria al Commissario Delegato per l'emergenza bonifiche e la tutela delle acque della Regione siciliana, il quale ha effettuato massicci interventi straordinari di miglioramento operativo del sistema di depurazione.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento