Live Sicilia

Un esperto nominato alle Attività produttive

Il governo non va neanche in Aula
Ma le consulenze non si fermano mai


Articolo letto 1.190 volte
attività produttive, ciulla, consulente, venturi, Politica

Andrea Ciulla è un avvocato trentenne. Dovrà dare una mano all'assessorato guidato da Marco Venturi. Per lui non si tratta di una novità. Dal febbraio del 2010 a oggi ha ricevuto sei incarichi di consulenza.

VOTA
0/5
0 voti

Ha poco più di trent'anni l'ultimo consulente esterno nominato dalla Regione siciliana. Si tratta di Andrea Ciulla, chiamato dall'assessore alle Attività produttive Marco Venturi, appunto, come “Consulente giuridico per le materie di pertinenza dell'Assessorato regionale Attività Produttive”. Per Ciulla, l'attività inizierà domani e si concluderà il 17 agosto prossimo. Per tre mesi circa di lavoro, il giovane esperto guadagnerà 6.197,46 euro lordi.

Avvocato classe '81, Ciulla lavora nello studio legale dell'attuale presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato Giovanni Pitruzzella, dove ha anche completato il suo praticantato. E l'avventura nella pubblica amministrazione siciliana, per lui, non è un'assoluta novità. Anzi.

Ciulla è uno di quelli che si possono definire ormai, per quanto riguarda quest'ultima legislatura, uno dei consulenti “di lungo corso”. Il suo primo incarico, sempre all'assessorato Attività produttive (e da questo ramo dell'amministrazione arriveranno anche i successivi incarichi), risale infatti al febbraio del 2010. Da allora, una serie di rinnovi. Alla fine le consulenze saranno sei in poco più di due anni. Costate alle casse della Regione circa 45 mila euro lordi.

Quella del giovane avvocato, è solo l'ultima di una serie di nuovi incarichi, richiesti da un governo che ha già annunciato la fine anticipata della legislatura, e che addirittura riceve le accuse all'Ars dall'opposizione per la scelta di “assentarsi in massa” in occasione della seduta d'Aula nella quale si sarebbe dovuto discutere sulla questione dei lavoratori Forestali.

Ma l'esecutivo, che ha già fatto partire un mini-rimpasto con l'addio di Sebastiano Di Betta, continua a sfornare consulenti. Solo nell'ultimo mese, infatti, gli incarichi pubblicati sul sito della Regione sono ben sette: uno ogni quattro giorni. Per un costo complessivo di circa 71mila euro.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php


Segnala il commento