Live Sicilia

Le reazioni. Leontini: "Sì al testo grazie a noi"

Lombardo: "Ottima finanziaria"
Armao: "Centrati i nostri obiettivi"

VOTA
0/5
0 voti

armao, ars, bilancio, finanziaria, lombardo, Politica
“Abbiamo approvato un’ottima Finanziaria”. Così, a caldo, alle sei del mattino, il presidente della Regione Lombardo commenta l’esito finalmente positivo del voto sui documenti contabili. “Una Finanziaria – ha detto Lombardo – che ha anche affrontato e dato risposte a temi complicati, come quello dei rifiuti, chiudendo organismi inutili come l’Agenzia per l’impiego e ridimensionando di molto l’Aran che osterà 300 mila euro: il prezzo che avremmo pagato per la convenzione con l’Aran nazionale”.

“Abbiamo quadrato i conti – ha proseguito il governatore –in un momento di grande difficoltà, legato anche ai tagli apportati dal governo nazionale. E siamo anche riusciti a introdurre importanti norme per lo sviluppo, come quella riguardante l’antitaroccamento dei prodotti agricoli, quella riguardante la SErit, la grande distribuzione, il fotovoltaico”.

Un’approvazione giunta dopo una lunga e difficoltosa gestazione: “Ma oggi – h concluso Lombardo – il clima era molto positivo. Ho riscontrato grande collaborazione e intelligenza da parte dei deputati, che ringrazio”.

Soddisfatto anche l’assessore all’Economia Gaetano Armao: “Quella che abbiamo approvato  è una Finanziaria di risanamento e crescita: quello che volevamo. Abbiamo dovuto operare riduzioni della spesa vicine al miliardo di euro, e lo abbiamo fatto attraverso soprattutto l’abbattimento dei costi della burocrazia, e degli enti locali”.

E tra gli interventi previsti in Finanzaria, Armao sottolinea “la patrimonializzazione dei Confidi per 10 milioni, ma anche le norme rivolte alle imprese”. Eppure, fino a qualche giorno fa, l’opposizione attaccava a testa bassa, chiedendo anche le dimissioni dell’assessore: “Come avrete notato, - ha concluso Armao – io non ho mai replicato. Auspicavo quest’esito, e alla fine ha prevalso la consapevolezza della necessità di trovare ‘la quadra’ sul testo da noi proposto”.
"Sono passati, bilancio e finanziaria, - ha detto invece il capogruppo del Pdl Innocenzo Leontini - grazie alla presenza dell'opposizione: i numeri parlano chiaro; in particolare, all'ultima votazione le cifre dicono 18 a 38...". Insomma, l'opposizione avrebbe garantito il numero legale per il voto. "Non condividiamo - ha aggiunto Leontini - l'impostazione generale e abbiamo votato contro entrambi i documenti ma la nostra presenza ha consentito l'approvazione delle norme che riguardano le giuste richieste avanzate dai Forconi. Abbiamo ancora una volta lavorato per il bene comune dei siciliani".
Per il coordinatore siciliano dei centristi, Gianpiero D'Alia, "l'Udc rivendica il suo voto contrario al bilancio approvato oggi dall'Ars perché si tratta di un provvedimento infedele e raffazzonato che non prevede alcuna riforma. E' evidente - aggiunge - che il bilancio è stato approvato solo per esorcizzare lo spettro dell'intervento del commissario governativo. Tentativo peraltro non pienamente riuscito".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php