Live Sicilia

In edicola

"Mizzica!" e "Il venditore di pensieri"
in allegato con il nuovo I love sicilia


Articolo letto 660 volte
VOTA
0/5
0 voti

, I Love Sicilia
“La lente di Benvenuto è forse la più utile, la meno aberrante e di certo la più originale, per osservare le cose siciliane. Di sguincio, di traverso, senza cadere nel pregiudizio da un lato, negli stereotipi dall'altro. Mizzica!, certo: una manifestazione di sorpresa. Ma pensandoci subito su”. Queste le osservazioni di Emanuele Lauria, tratte dalla sua prefazione a Mizzica! di Beppe Benvenuto (Novantacento, 96 pagine, 7 euro), offrono una perfetta chiave di lettura di questo libro variegato e ricco di spunti che sarà distribuito in libreria e in edicola in allegato al nuovo numero di I love Sicilia nelle province di Palermo, Trapani, Agrigento, Enna e Caltanissetta. “Mizzica!”, appunto: locuzione ormai comune e diffusa, espressione di meraviglia, di stupore, di sdegno o di sorpresa. Ma per i siciliani questa esclamazione ormai fa parte integrante della punteggiatura, è essa stessa il punto esclamativo della frase. Così il variegato sapore di un unico, antico vocabolo si intreccia alle diverse storie, vecchie e nuove, della Sicilia. Dalla politica alla storia, dunque, dalla letteratura “alta” alle disavventure dell’uomo comune e dai vizi privati alle pubbliche virtù: Mizzica! raccoglie i saggi sagaci e divertenti di Beppe Benvenuto, che si fa interprete virtuoso di questo termine, intrecciandolo alle proprie riflessioni personali e applicandolo in tutte le sue disparate gradazioni al commento dei più svariati fatti di cronaca.

Sempre in allegato col nuovo numero di I love Sicilia, i lettori delle province di Messina, Catania, Siracusa e Ragusa potranno trovare, al prezzo scontato di 10 euro oltre al costo della rivista, il libro “Il venditore di pensieri”, raffinato e gustoso zibaldone del drammaturgo Aldo Sarullo, che ha raccolto recensioni entusiaste su diverse testate nazionali. Un libro in cui si parla di bellezza e di miserie, ma anche di Sicilia e di mafia, raccontando come nessuno ha fatto i boss del maxiprocesso del quale Sarullo curò la regia televisiva. Un’alternanza del registro della poesia, del teatro, della prosa, della satira. Un viaggio suggestivo nel quale “nessuno sa nulla tranne che si parte”, informa sin dalle prime battute il Venditore di pensieri.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php