Live Sicilia

Il sondaggio di Livesicilia

La politica (che) bara


Articolo letto 506 volte

, Cronaca
Livesicilia propone un sondaggio sulle primarie e la sindacatura. L'intento? Presentare i candidabili a sindaco, solleticarli sul programma, assemblare un gruppo di volti nuovi e di proposte: materia prima di fondamentale importanza a Palermo. Tutto fila liscio. La contesa si arroventa su due nomi giovani. I contendenti in lizza si danno battaglia gagliardamente. Troppo. Nel giro di poche ore, i clic su Faraone e Costa si alzano fino alla vertigine, dando luogo a una contesa al cardiopalma su centinaia di voti in un tempo brevissimo. Se fossimo quelli che non siamo avremmo dato briglia lunga alla sfida: contatti, numeri e, di riflesso, potenziali medagliette per noi. Siccome siamo quelli che siamo - a torto o a ragione - abbiamo detto basta. Dire basta però - e chiediamo venia per il calembour - non basta. E sarebbe questo l'uso intelligente e democratico di internet? La consultazione modificata da meccanismi procedurali che gonfiano le cifre oltremisura per il gusto di far vincere l'uno o l'altro al palio di Livesicilia?

Non ci siamo, occulti signori - chiunque voi siate - che avete trafficato con una cliccomania indotta per raggiungere uno scopo. Non accusiamo direttamente e pasolinianamente nessuno per mancanza di prove che potremmo trovare e che non vogliamo nemmeno cercare. Però, se questo è il livello, le elezioni sono perse in partenza ed è già una sconfitta per tutti. Se la politica giovane, o chi per lei, ritiene di perseguire il successo così, si candida non al buon governo - qualunque sia la matrice - ma a perpetuare la vecchia politica (che) "bara". Nel senso di imbroglio. E camposanto.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php