Live Sicilia

consulenze

L'esperto di ittica
e la Dea Morgantina


Articolo letto 788 volte

consulenze regione, davide mingrino, raffaele lombardo, sicilia, venere di morgantina, Politica
Proviene dal capoluogo di provincia più alto d'Italia, dove è stato consigliere comunale per l'Mpa, eppure è un esperto nel settore dell'ittica. Si è occupato di “promozione dei consumi e valorizzazione dei prodotti ittici siciliani”, di “pesca responsabile”, di promozione della filiera ittica. È un chitarrista, ha praticato judo e nel tempo libero si tiene in forma facendo footing. Si chiama Davide Mingrino ed è un altro esterno dalla consulenza d'oro chiamato da Lombardo, per occuparsi dell'elaborazione di un piano marketing in attesa dell'arrivo della Venere di Morgantina.

Certo, è pur vero che la Dea è arrivata in primavera e l'apertura al pubblico del museo che la ospita ad Aidone risale allo scorso 17 maggio (nella foto un momento della presentazione). Ma, si sa, l'elaborazione di un piano marketing richiede del tempo. Così, a rassegna stampa chiusa e dopo quattro dei sei mesi di durata della consulenza, ancora tra i corridoi di palazzo d'Orleans di quel piano marketing è circolata soltanto una bozza.

Venti pagine circa, in cui sono elencate Chiese e strutture museali di Aidone, si passano in rassegna i principali eventi che offe la ridente cittadina ennese – come la festa della Madonna delle Grazie o la Settimana Santa – e si enumerano le specialità eno-gastronomiche del comprensorio. Buona parte delle venti pagine abbozzate dal consulente è occupata da due interviste al direttore del parco archeologico e a un assessore provinciale, realizzate da altrettante testate giornalistiche della provincia ennese.

Mingrino è laureato in Scienze Politiche e abilitato in qualità di commercialista e per la Presidenza della Regione era già stato consulente nel 2009, per uno studio a proposito della fiscalità di vantaggio e il federalismo fiscale. Per la consulenza di Mingrino finalizzata alla stesura del piano marketing, i contribuenti siciliani hanno speso 15 mila euro.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php