Live Sicilia

Il caso della figlia del direttore Campo

Lombardo replica: "A Bruxelles
nessuna assunzione senza concorso"


bruxelles, campo, cobas, lombardo, Cronaca
"Nessuno spreco. Non ci sono stati aumenti nelle spese per la sede della Regione siciliana a Bruxelles. Chi afferma il contrario lo fa in malafede o è colpevolmente disinformato. Con quello che avremmo speso per cinque anni di locazione, abbiamo comprato la sede, ora di proprieta' della Regione. Non ci sono state assunzioni senza concorso, anzi il numero di chi lavora in quella sede, personale sia interno che esterno, è diminuito. Lo dice il presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo, che replica cosi' alla nota del sindacato Cobas Codir ripresa da Live Sicilia.

"Giudico vergognoso l'attacco alla dottoressa Giordana Campo. E' falso che sia stata assunta senza concorso. E' semplicemente uno dei pochissimi apporti esterni di cui ci avvaliamo con contratto a tempo determinato e procedura di selezione, cosi' come previsto dalla legge, per la sede di Bruxelles. La dottoressa Campo, oltre alla laurea di primo livello in Politica e relazioni internazionali , ha conseguito la laurea specialistica, proprio in Belgio, in Diplomazia e risoluzione dei conflitti. Ha lavorato come volontaria nel campo profughi di Nablus, in Palestina. Grazie anche alla sua altissima specializzazione, lo scorso mese di maggio, in occasione dell'Osservatorio del Mediterraneo, il governo della Regione siciliana e' riuscito a far sedere allo stesso tavolo le delegazioni di Israele e Palestina. A novembre, in Sicilia, si terra' l'incontro con le delegazioni delle religioni monoteiste: anche questo obiettivo, nel segno della pace e dello sviluppo, va ascritto a questa prez iosa collaborazione. Se qualcuno immagina che per tale impegno la Regione spenda cifre folli e' costretto a ricredersi. La dottoressa Campo mette a disposizione la sua competenza in materia di relazioni internazionali a fronte di uno stipendio di circa 1300 euro, a cui vanno aggiunti altri 300 euro di indennita'. Ed essendo un apporto esterno all'amministrazione non percepisce alcun ulteriore gettone. Forse e' il caso di non scagliarsi in maniera cosi' feroce contro professionisti che oltre all'ingegno distillano passione in quel che fanno".

"Ritengo abbastanza grave che questa polemica - conclude Lombardo - sia stata innescata da un sindacato che aveva uno dei suoi massimi rappresentanti inquadrato proprio nell'ufficio di Bruxelles. La giunta regionale ha recentemente stabilito che l'indennita' per l'estero sia pagata solo per i giorni di effettiva presenza a Bruxelles, escludendo percio' i privilegi di chi restava in Sicilia per distacco sindacale".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php