Live Sicilia

le risposte al governatore

Lombardo e la lotta agli sprechi:
ecco i suggerimenti dei lettori


ars, governo regionale, lombardo, lotta agli sprechi, regione, sicilia, Politica
Lombardo chiama, i lettori rispondono. Lo speciale domenicale di Live Sicilia, che ieri ha avuto per argomento proprio l’iniziativa del governatore siciliano che ha chiesto ai cittadini di segnalare “tutti gli sprechi”, ha riscosso un incredibile successo con decine e decine di commenti. Dalla sanità agli stipendi dei politici, passando per uffici e dirigenti regionali: tantissimi gli spunti di riflessione venuti da lettori siciliani e non.

“Cominciamo, come cittadini, ad abituarci a tenere sotto controllo le nostre risorse e il patrimonio pubblico. I cittadini hanno il diritto di pretendere che noi dipendenti pubblici facciamo il nostro dovere”. Parole, quelle di Lombardo, che Live Sicilia sottoscrive e condivide, aggiungendo alla già corposa lista di sprechi oggetto di inchieste pubblicate sul nostro sito e su “S”, le tantissime segnalazioni dei lettori. Un elenco variegato e a volte curioso, che idealmente consegniamo a chi di dovere perché prenda i necessari provvedimenti e faccia seguire alle parole i fatti.

SANITA’ Un lettore punta il dito contro il reparto di chirurgia pediatrica, ormai solo a Taormina, che costringe i genitori ad affrontare costi altissimi per soggiornare nei pressi della struttura, un altro invece sulla gara centralizzata per gli acquisti recentemente annullata: “Prima di farla ci potevano pensare anziché buttare tutti quei soldi per bandire la gara!”.

AGRICOLTURA Un altro lettore chiede chiarimenti “al Servizio IV dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura se tra i bandi per l’assunzione di personale presso i quindici Gal siciliani (150 milioni di euro dell’Europa) ce n’è uno che sia uguale all’altro, oppure che non richieda scientificamente una griglia di ‘esperienze pregresse’ che ne determina prima ancora di cominciare chi sarà il vincitore di ogni profilo professionale”.

GOVERNO TECNICO "Indignato" si concentra sui costi dell’Esecutivo tecnico. “Ogni mese euro 300.000, ogni anno Euro 3.600.000. Vergogna! E ci viene a parlare di provvedimenti di contenimento di spesa”.

FORESTALI “Vogliamo parlare di guardie forestali? Quante sono, effettivamente? Anzi, quante ne sono rimaste davvero con questa qualifica?”. "Cico" punta il dito contro il Corpo Forestale, “un esercito di soli graduati , con promozioni di massa volute dai politici e avallate dai sindacati”.

UFFICI REGIONALI Sul banco degli imputati finiscono la riorganizzazione dei dipartimenti regionali e gli uffici di rappresentanza. “L’organizzazione dei dipartimenti ha avuto come unico risultato quello di gettare nello scompiglio anche quei pochi uffici che ancora funzionavano. A un anno dal censimento delle posizioni dirigenziali necessarie, alcune restano ancora sulla carta”. Critiche anche per gli uffici a Catania, Roma e Bruxelles, che costano molto e producono poco. “Cosa ci fa una biologa (dicasi biologa) in una delle unità operative del Demanio regionale?”.

L’INIZIATIVA DI LOMBARDO Non tutti gli utenti, però, apprezzano la “caccia agli sprechi” del governatore. “Raffaele, pur di apparire il salvatore della Patria, incita il popolo siciliano alla delazione ‘on line’…”, scrive "mik" prima di ammettere di aver perso “il pudore di vergognarmi”. “Vero è che gli sprechi , gli stipendi, le prebende, le consulenze e quant’altro sono un’offesa a chiunque, ma, in politica, purtroppo è così dappertutto, anzi, al Nord è peggio”, commenta ‘amicopaolo’. Antonio chiede chiarimenti sugli 80 milioni spesi per “il censimento del patrimonio immobiliare della regione”. Luigi Garajo si rivolge direttamente a Lombardo: “A prima vista la sua proposta potrebbe pure sembrare una buona idea. Se ci si pensa un momento su invece, ci si accorge presto che non è altro che una mossa propagandistica”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php