Live Sicilia

MUSICA

A Taormina la voce di Boy George
e le creazioni di Claudio di Mari

VOTA
0/5
0 voti

boy george, claudio di mari, concerti, taormina, Zapping
Boy George ritorna a cantare dal vivo e sarà domani al Teatro Antico di Taormina. L'appuntamento siciliano, organizzato da Giuseppe Rapisarda Management, è inserito nel calendario del Circuito del Mito, promosso dall'Assessorato regionale al Turismo.

Boy George torna a fare ciò che ama di piu': cantare dal vivo, in un concerto che comprende tutti i suoi più' grandi successi. Sul palco con Boy George ci sara' una band di dieci elementi e nella playlist figurano i mitici brani degli anni '80, come ''Do you really want to hurt me?'', ''Karma chameleon'', ''The crying game'', ''Victims'', ''Love is love'', ''Everything i own'', ''Miss me blind'', ''Church of the poison mind''. Cantante, attore, dj, artista, fotografo, stilista, negli anni è' stato sempre capace di reinventarsi ed è' tutt'oggi una delle icone piu' riconosciute a livello internazionale. Ha venduto più di 50 milioni di dischi ed è stato nelle top ten delle classifiche mondiali. Fin dall'inizio della carriera, la sua immagine pesantemente avvolta nel make-up ed il suo stile di vita stravagante e provocatorio hanno ispirato i giovani di tutto il mondo.

Il talentuoso stilista siciliano Claudio di Mari impreziosirà quindi l’evento-concerto taorminese con una sorta di presentazione statica molto scenografica in cui i 20 capi Haute Couture Lampedusa, diventeranno una presenza surreale resa possibile attraverso la grazia corporea e l’arte scenica di splendide modelle-attrici siciliane. “La Collezione Lampedusa ha il mood dell’isola: completamente arida con i toni del mare dal verde smeraldo al blu intenso. I tessuti da me scelti sono seta o chiffon, cui fanno da contrasto pelle e nappa, i miei segni distintivi” – dice Claudio Di Mari. - Domani davvero ogni abito sarà prezioso e desiderabile quanto l’isola lontana, in un’alchimia data delle forme, dai colori, dagli accostamenti, dalla musica, dai profumi”. L’idea di abbinare due “artisticità” diverse nell’ambito della stessa serata è di J.G Angel’s che merita un plauso cosi come la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Taormina che non perde occasione per valorizzare un bene incredibilmente prezioso come il Teatro Antico, creando attorno ad esso un importante indotto economico per il territorio e un’attrazione notevole per un turismo di qualità”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php