Live Sicilia

Tutti a Palermo

Agosto, partenza non ti conosco...
La crisi arriva sul bagnasciuga

VOTA
0/5
0 voti

agosto, città, ferie, Cronaca
Mare, spiaggia e relax: agosto è il mese di partenze per eccellenza, ma quest’anno il trend sembra essere rimanere a casa, godendo delle spiagge domestiche. A costringere - si fa per dire - i palermitani alle vacanze casalinghe la crisi che ha messo in ginocchio l’economia. Ma l’effetto crisi ha cambiato davvero il volto di Mondello? C’è chi lamenta una scarsa affluenza, c’è chi sostiene invece che tutto è rimasto come sempre.

Ad ostentare il loro malcontento sono soprattutto i gestori dei lidi: “Si vede che ci sono meno soldi o che la gente è cauta sulle spese – dice Alessandro Cilano, uno dei soci del lido L’Ombelico del Mondo. “C’è un calo nelle richieste dei servizi, l’affitto dei lettini e delle attività complementari “. Ma per Cilano il termometro della situazione è soprattutto il bagnasciuga: “La città d’estate di solito sta qui. Le persone che popolano di solito la spiaggia libera – spiega – provengono soprattutto dai quartieri popolari. Se mancano loro – magari perché vogliono risparmiare anche sulla benzina – è un brutto segnale”.

Un allarmismo che Filippo Ribuffo, bagnino della spiaggia attrezzata, non condivide: “Nel tratto dove si trovano le capanne l’affluenza non è cambiata - afferma. E’ agosto, per cui l’affluenza è sempre u po’ in calo, ma non credo sia dovuto alla crisi”. File contenute nei botteghini delle spiagge attrezzate: “A giugno c’era il pieno - dice Demy Quartano, dipendente del Mida a Valdesi. “Da inizio agosto gli ospiti sono diminuiti, ma non saprei se è dovuto ala crisi o al troppo benessere”. Salta all’occhio però il bagnasciuga “quasi deserto. Strano, perché chi va li non ha costi, il panino se lo porta da casa e non paga, per cui credo che la gente sia partita”.

C’è chi invece ha eletto la spiaggia libera di Mondello come unica meta delle proprie vacanze. E’ il caso di Martina e Jessica Burgio: “Sono un’habitué della spiaggia da anni – dice Jessica - di solito parto ma quest’anno ho preferito rinunciare. Abbiamo il mare, perché partire, mia cugina Martina è venuta da Verona per trascorrere le vacanze qui. Fatto sta che la gente c’è, anche se meno rispetto a giugno. Ma ad usufruire soprattutto della spiaggia di casa i soci iscritti nei vari circoli lungo il litorale: “Luglio ed agosto abbiamo registrato il pieno – dice Pietro Ferrotti, presidente del “Clubino del mare”. C’è in effetti una maggiore frequentazione del nostro punto mare, ma non saprei se è per via della crisi, o forse perché le persone si rendono conto che le strutture a Mondello offrono abbastanza servizi e relax, quindi perché partire?”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php