Live Sicilia

Botta e risposta

Urso: "Mai dato ultimatum"
La replica: "Era chiarissimo"


pd, terzo polo, urso, Politica
La lettera.

Spett.le redazione Livesicilia.it,

Con riferimento alla notizia sottoriportata cha appare sul vostro sito l’on.Urso precisa di non aver MAI dichiarato che il presidente Lombardo debba lasciare Pd e Terzo Polo. Lo stesso, in occasione della conferenza stampa odierna, come peraltro risulta dal lancio Adnkronos delle 18.47, ha SEMMAI auspicato che il Terzo Polo anche in Sicilia debba ricongiungersi con il centrodestra. In considerazione di quanto sopra riportato, vi invitiamo con cortese sollecita URGENZA di rettificare quanto da voi scritto ed ERRONEAMENTE attribuito all’on.Urso.

Cordialmente,

Ufficio Stampa on.Urso

La replica
Caro collega, quindi Urso non ha mai parlato di rotture con il terzo polo e con il Pd? La lista delle smentite che dovresti fare è lunga. A partire dall'agenzia di stampa che alleghi, in cui Urso parla dell'impossibilità di proseguire col terzo polo se non rientra nel centrodestra. Poi ci sono le dichiarazioni dell'On. Pippo Scalia, coordinatore regionale di "Fareitalia", che ha parlato per conto di Adolfo Urso (seduto al suo fianco) della situazione siciliana e dei rapporti con il Pd. Addirittura Scalia ha detto che sono andati (sottolineamo il plurale) da Raffaele Lombardo. Si legge su La Sicilia di ieri "Appena siamo usciti dal FLI siamo stati da Lombardo per fargli presente che, mutato il contesto, rassegnavamo nelle sue mani le dimissioni dell’assessore Sparma. Lavoreremo per far tornare Lombardo nell’alveo del centrodestra; altrimenti, qualora dovesse proseguire l’alleanza con il Pd, l’assessore Sparma è pronto ad uscire dalla Giunta". C'è una spaccatura in Fareitalia? Urso smentisce Scalia dopo che annuiva al suo fianco? Scalia millanta di essere andato da Lombardo? Ciascuno tira le somme politicamente per conto proprio nella stessa corrente guidata da Urso? L'esordio di Fareitalia in Sicilia è stato quantomeno scoppiettante, soprattutto a livello di comunicazione. Scalia dice una cosa, Urso, attraverso le agenzie, un'altra. Poi Urso attraverso l'ufficio stampa smentisce le dichiarazioni delle agenzie. L'ufficio stampa smentisce livesicilia che riporta le agenzie.

Dalla riunione di Acicatena è venuta fuori la minaccia di rimuovere l’assessore Sparma dalla giunta regionale: non è un ultimatum nei confronti di Lombardo? E da cosa è provocato questo ultimatum?

1-dal rapporto col Pd che dovrebbe concludersi senza alternative confermato dalle parole dell'On. Scalia che parlava per conto di Urso (seduto al suo fianco) su tutta la questione regionale (SI LEGGE ANCHE SU LA SICILIA: «Appena siamo usciti dal FLI -ha spiegato l’On. Scalia- siamo stati dal presidente Lombardo per fargli presente che, mutato il contesto, rassegnavamo nelle sue mani le dimissioni dell’assessore Sparma. Lavoreremo per far tornare Lombardo nell’alveo del centrodestra; altrimenti, qualora dovesse proseguire l’alleanza con il Pd, l’assessore Sparma è pronto ad uscire dalla Giunta».

2-dal rapporto col terzo polo che dovrebbe allearsi col centrodestra in ambito bipolare, in caso alternativo ci sarebbe la rottura anche col terzo polo, confermato dalle parole già pubblicate in testa all’articolo, infatti ci sarebbe “spazio e tempo per lavorare insieme col terzo polo” solo dentro al centrodestra, in caso contrario rottura ( la volontà è quella di rinnovare il centrodestra nella logica bipolare c’è spazio e tempo per lavorare insieme. Se invece il terzo polo vuole, come appare dalla denominazione, smantellare il bipolarismo e’ un’altra cosa. Questa ambiguità va sciolta”.

Quindi l’ultimatum di Urso a Lombardo è chiaro: rottura col Pd subito e col terzo polo se non rientra nel centrodestra. Cordiali saluti.

Antonio Condorelli


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php