Live Sicilia

L'assessore Russo e la fiducia

Il morto piange? Non vuole morire...


massimo russo, sanità, Cronaca
L'assessore Russo, al cospetto di topi avvistati nelle corsie, senza il prescritto camice, e larve di moscerino che affittano le cavità nasali dei moribondi nelle rianimazioni, ci ha visto il lato buono. Ha detto l'assessore: "Crescono le denunce, cresce la fiducia". Uno slogan accattivante. Chissà perché, a noi è venuta in mente una celebre frase di un antico medico. In una dotta disputa col suo collega corvo al capezzale di Pinocchio, la civetta mormorò: "Se il morto piange, è segno che gli dispiace di morire". Insomma, ci sembra di navigare nel mare sorridente e tragico del paradosso. A proposito di mare: se uno annega e chiama aiuto, buon segno: ha fiducia nel bagnino. E ancora, se ti sparano e urli, vuol dire che hai fiducia nelle trasfusioni. Oppure - citando Woody Allen - "gli ho dato una nasata sul pugno...".

Ecco, a noi questa sanità siciliana appare in molti casi paradossale. Le parole la dipingono in cammino verso un radioso orizzonte. Un quarto stato alla Pellizza da Volpedo, ma con le barelle in prima fila. Mentre la "fiducia cresce", ed è talmente lampante che basterebbe girare nei pronti soccorsi per toccarla con mano. Cresce la sanità siciliana, alleluia! E vada al diavolo la civetta, in odore di Cuffarismo. E all'inferno anche noi, tormentati da un dubbio malevolo: non è che sono semplicemente aumentati i topi?


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php