Live Sicilia

Scenari

Lombardo a cena con l'Udc
Lupo dialoga col Terzo polo

VOTA
0/5
0 voti

lombardo, lupo, pd, terzo polo, udc, Politica
Un incontro c'è stato. Un altro è saltato. Un altro si farà tra poco. La politica siciliana vive, in questi giorni, di colloqui e chiarimenti, appuntamenti e proposte. Tra pochi minuti, infatti, il presidente Lombardo e i deputati regionali dell'Udc si siederanno a un tavolo per parlare di futuro. Elezioni anticipate e governo politico sono temi che probabilmente troveranno posto nel menu della serata, nonostante qualche onorevole centrista provi a minimizzare: "Un incontro nel quale si parlerà di programmi, nel quale si farà il punto sull'attuale situazione della maggioranza". Ma, si sa, la fame vien mangiando. E la cena sembra il momento perfetto per discutere a viso aperto.

Anche perché al di fuori del ristorante in cui si incontreranno Lombardo e l'Udc qualcosa si muove. Movimenti che saranno utili a chiarire le idee prima dell'estate. Tutto si gioca sui lati di un "triangolo politico" dove il segretario del Pd Lupo rappresenta il vertice. Oggi, infatti, il leader democratico ha incontrato a Roma il coordinatore dell'Udc Gianpiero D'Alia. E in questo caso, sulle "portate" che hanno scandito la chiacchierata non c'è stato alcun riserbo: si è, infatti, discusso della situazione politica regionale "in riferimento alle proposte avanzate dal Pd per la costruzione dell'alleanza centrosinistra-terzo polo, per le elezioni regionali anticipate e per lo svolgimento delle elezioni primarie - si legge in una nota congiunta -. Pur permanendo una diversità di vedute su alcune delle questioni affrontate - prosegue la nota - l'incontro è risultato proficuo per un approfondimento del confronto". "Al centro dell'incontro - ha aggiunto Lupo - anche l'analisi degli effetti della manovra economica del governo nazionale sulla regione, ed in particolare sugli enti locali, le famiglie e i ceti più deboli".

E a Roma, per la verità, Lupo attendeva anche un altro esponente del terzo polo siciliano, Carmelo Briguglio, fresco coordinatore regionale di Fli, che però oggi nella capitale non è arrivato. Si è fermato prima, molto prima. Cioè a Palazzo d'Orleans dove ha incontrato il presidente della Regione Lombardo :“E' stata effettuata – si legge in un comunicato – una prima ricognizione dei problemi del quadro politico regionale e delle principali questioni economico-sociali che il governo regionale è chiamato ad affrontare. Briguglio ha ribadito a Lombardo la linea di Fli, che è quella del Terzo Polo, insieme a Udc, Mpa e Api, di mantenere e rafforzare l’azione di governo dell’attuale esecutivo tecnico e di dare risposte alla necessità di ridurre i costi della politica procedendo rapidamente con l’iter della legge di attuazione dello Statuto siciliano per l’abolizione delle Province. Briguglio ha inoltre chiesto, a nome di Fli, che il governo regionale non applichi in Sicilia il ticket sanitario”. Insomma, qualcosa si muove lungo i lati del triangolo Lombardo-Pd-Terzo Polo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php