Live Sicilia

Lo speciale

La cattiva politica
amata dai siciliani


, Politica
Ci sono molti siciliani ancora legati a Totò Cuffaro. Non parliamo di sentimenti umani imperscrutabili e legittimi. E' giusto coltivare l'affetto, sapendo bene che giudizio e verità appartengono a un altro libro. Ci sono molti siciliani che voterebbero per Totò Cuffaro. E dimenticherebbero allegramente non soltanto la condanna, ma pure il disastro politico e clientelare sfornato dagli anni cuffariani. La tragedia della nostra sanità, per esempio, viene da lì.

Ci sono siciliani che considerano Raffaele Lombardo il messaggero di tempi nuovi e bellissimi. Il dato oggettivo poco importa. Non vale che la Sicilia sia ridotta sul lastrico, immancabilmente per colpa degli altri. La sanità in fondo non è cambiata? L'alibi è sempre pronto: lasciateci lavorare e vedrete. Di tempo ne è trascorso a sufficienza, forse non abbastanza. Ma è sempre facilissimo addossare ai giorni che furono il peso dei guasti di oggi. Raffale Lombardo non è nato ieri. Ha avuto militanza comune e legami empatici con i protagonisti dello sfascio della nostra terra. La sua astuzia consiste nel tentativo di seppellire un passato evidente di correità politica. Finora gli è riuscito.

Molti lettori si sono adirati per una riflessione elementare, da manuale di educazione civica,  sull'opportunità delle dimissioni del ministro Saverio Romano. In paesi cosiddetti civili, un sospetto di quel genere spazza via le carriere di ministri e onorevoli. Da noi no. Si parte da un dato lampante: la necessità di separare le chiacchiere e le ombre da un'istituzione, per ragioni di decoro e di sostanza. Un personaggio con responsabilità pubbliche non è sullo stesso piano degli altri. Ha di più. Rischia di più in termini di etica e onore. Deve essere pronto a dare di più.

E' un assunto che si si dimentica spesso. I siciliani si lamentano sovente della cattiva politica. Eppure ne sono gli ispiratori, gli artefici e gli utilizzatori finali.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php