Live Sicilia

Mozione contro Russo. La diretta dall'Ars

Pregiudiziale approvata
Stop alla censura


ars, censura, massimo russo, odl, Politica
19.25 Messa ai voti la pregiudiziale: approvata. La mozione non verrà discussa. La seduta è sospesa.

19.23 Adamo (Udc): "Perché questa reazione? Abbiamo solo chiesto di rimandare a settembre la discussione. Quale diritto stiamo calpestando?".

19.20 Pdl, Pid e Forza del Sud escono dall'Aula in aperta polemica nei confronti della maggioranza.

19.15 "Una maggioranza non voluta dagli elettori - aggiunge Leontini - comprime un diritto di chi, come noi, è stato scelto dai cittadini. Da oggi ci sarà ostruzionismo. Non avremo più alcun rapporto di collaborazione con questo governo e con la maggioranza che lo rappresenta. Decideremo di volta in volta se prendere parte alle sedute o meno. Se parteciperemo, vedrete migliaia di emendamenti. Oggi la casta si è chiusa nei confronti dell'esterno, rappresentato dai deputati".

19.11 "L'assessore Russo che ogni giorno fa Forum e conferenze stampa, avrebbe dovuto rivendicare il diritto di spiegare davanti all'aula il suo operato. E invece chiede alla sua maggioranza di difenderlo da ogni critica. Questa è la dimostrazione del fallimento dell'assessore e di questo governo. Noi non parteciperemo al voto sulla pregiudiziale. Ci hanno proposto di discutere sugli stati generali a settembre. La maggioranza ci prescrive pure cosa e quando dobbiamo esprimere le nostre prerogative".

19.07 Leontini (Pdl): "L'episodio di oggi rappresenta uno dei momenti più squallidi dell'Ars. Ed è una delle più significative offese e mortificazioni dei diritti del parlamento di portare avanti un dibattito senza infingimenti su un settore così importanti. Non ci sarebbe stato niente di vergognoso a portare avanti un dibattito che facesse confrontare le diverse opinioni. Abbiamo presentato questo documento a febbraio, abbiamo atteso che si votasse finanziaria e bilancio per non creare danni alla Sicilia, abbiamo chiesto di discuterne la settimana scorsa e il governo ci ha richiesto di discuterla oggi. Non era mai stata avanzata alcuna eccezione sulla presentabilità di questa mozione. La minoranza ha paura. Assessore Russo, lei si è fatto scudo di una minoranza. Presidente Lombardo, lei ha impedito a un parlamento di discutere su un fatto così importante. Vi state solo nascondendo"

19.05 Continua il capogruppo del Pid: "Non dobbiamo essere ipocriti. Questa decisione comprime le prerogative di un gruppo di deputati che rappresenta un'ampia fetta di siciliani. Sarebbe opportuno che l'opposizione non partecipi più alle sedute dell'Aula"

19.01 Maira (Pid): "Devo confessare una certa amarezza. La pregiudiziale è un atto di ostracismo a un libero e democratico dibattito, che quest'aula ha sempre consentito, per discutere su un ramo dell'amministrazione regionale. Aggiungo una domanda, che meritererbbe una risposta, che so già che non verrà: questa maggioranza, che con questi numeri che dovrebbero arrivare a sessanta, che dovrebbe essere una macchina da guerra, che non guarda in faccia nessuno, che tritura non solo questa assemblea ma anche i diritti dei siciliani di conoscere la situazione della sanità, perché si nasconde dietro a questa pregiudiziale? La verità è che questa pregiudiziale è un 'trucco' per evitare che stasera si arrivasse a una sconfitta del governo. Questo serve alla Sicilia? Non credo. E non credo sia un omaggio alla democrazia"

18.59 Cascio dà comunicazione dell'esito della riunione della Commissione Regolamento. Non ci sarebbe, secondo il presidente, differenza tra ddl e mozione. E c'è anche il precedente del 2002 richiamato da Cracolici. Legittima quindi la questione pregiudiziale. Tra poco verrà messa ai voti.

18.56 E' ripresa la seduta d'aula.

18.54 La Commissione regolamento si sarebbe espressa: si va al voto della pregiudiziale. Accolte, quindi, le richieste di Mpa e Pd.

17.56 Seduta sospesa. Il presidente Cascio convoca la commissione per il Regolamento per decidere sull'interpretazione dell'articolo 101 del regolamento dell'Ars.

17.50 Formica (Pdl): "Questa censura era iscritta all'ordine del giorno, secondo regolamento. E non capisco davvero la posizione della maggioranza, anche perché il regolamento è chiarissimo. Andrebbe compreso perché la maggioranza voglia impedire all'assemblea di discutere su un tema così importante, che interessa la salute di ciascuno dei cinque milioni di cittadini siciliana. Tentare di bloccare il parlamento è da regime sovietico".

17.45 Il capogruppo del Pd poi affonda: "La minoranza ha un ricordo della vecchia gestione della sanità come fosse una favola, dove tutto funzionava bene e negli ospedali non si moriva mai. Ovviamente, la realtà è diversa. E non dimentichiamo che attualmente c'è una vertenza in corso con lo Stato riguardante il piano di rientro. E una mozione di censura a Russo, oggi, darebbe della Sicilia un'immagine assai negativa". "Oggi - prosegue Cracolici - certamente dobbiamo verificare le luci e le ombre di una legge di riforma che aveva obiettivi importanti. A settembre il parlamente potrebbe prevedere una seduta preparata per bene, nella quale fare il punto sulla legge 5 e anche su quanto sottolineato da soggetti autonomi che hanno messo in luce alcune criticità".

17.39 Cracolici (Pd): "L'articolo 101 è stato già usato per una fattispecie simile: mi riferisco della introduzione dell'elezione diretta del presidente della Regione. Il regolamento dice che solo la mozione di sfiducia per il presidente della Regione è previsto il voto dell'aula e il voto va espresso obbligatoriamente per voto nominale. Questa mozione, invece, non ha effetti di sfiducia, ma è ordinaria e possono quindi essere applicate tutte le modalità di voto previste dal regolamento. L'aula quindi la può trattare alla pari di ogni atto deliberativo. E quindi può chiedere la pregiudiziale alla trattazione"

17.36 Mancuso (Pdl): "La pregiudiziale è possibile solo sui ddl. Non è possibile chiederla per una mozione".

17.32 Musotto: "Ai sensi dell'articolo 101 del regolamento parlamentare chiedo che sia sospesa la discussione della mozione. Tenuto conto di un clima generale molto difficile anche da un punto di vista economico per la Sicilia, infatti, va detto che Russo si è esposto, anche a livello nazionale, per la difesa della nostra Regione. Qualsiasi giudizio espresso da questa aula sarebbe nocivo non solo per l'assessore, ma anche per la Sicilia e per la sanità della nostra Regione"

17.16 Si apre la seduta dell'Ars nella quale verrà discussa la mozione di censura all'assessore Massimo Russo

16.55 La seduta tarda ad iniziare, ma circola la voce che, alla fine, la mozione non verrrà votata. La questione procedurale che il Pd starebbe pensando di sollevare sarebbe molto fondata. "Non si vota", si fa sfuggire qualche deputato democratico.

16.20 Il Pd voterà contro la censura. Questo l'esito di un incontro tra gli esponenti dei democratici. Il gruppo del Pd, quindi, si dice contrario alla mazione e solleverà in aula anche una questione procedurale per chiedere di non discutere la censura.

Raffaele Lombardo è a Palazzo dei Normanni, dove, al momento, i partiti sono riuniti in una conferenza dei capigruppo. E' arrivato anche Massimo Russo, insieme all'assessore Gaetano Armao.
Il "toto-censura", intanto, tiene banco lungo i corridoi, dove gli esponenti del Pdl sembrano, nonostante i numeri, fiduciosi. "Speriamo che la sensibilità sia contagiosa e coinvolga altri deputati" dice qualcuno di loro. Rientrano le voci di una possibile assenza del gruppo di Fli che tornerà da Roma (per la cronaca, si fa il nome di Carmelo Briguglio come nuovo coordinatore regionale) per partecipare alla votazione che dovrebbe iniziare a minuti.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php