Live Sicilia

Al centro Etnapolis

A Catania due giorni di casting per "Scarface"

VOTA
0/5
0 voti

Sabato a domenica Etnapolis ospiterà il casting per “Scarface”. Le selezioni cominceranno alle 10 del mattino e si concluderanno alle 22.

“Per il remake del film di Brian De Palma con Al Pacino, cerchiamo attori con tratti mediterranei”. Massimo Emilio Gobbi, regista di “Scarface Evolution” – titolo provvisorio -, nella conferenza stampa svoltasi questa mattina a Etnapolis per presentare il casting organizzato per sabato e domenica prossimi – l’unica selezione italiana a parte Venezia -, sottolinea che si stanno cercando attori, non semplici comparse. Introdotto dal direttore del Centro Alfio Mosca e dal sindaco di Belpasso Alfio Papale – che hanno entrambi ringraziato la produzione per l’occasione data al territorio – Gobbi risponde alle domande dei giornalisti, confermando che il protagonista del film sarà Fabrizio Corona, “un uomo di comunicazione e… con una faccia da Scarface”. Conferma anche che la produzione sta trattando con Alain Delon. Smentisce, invece, che la protagonista femminile sarà Noemi Letizia: “E una mia amica – precisa - per adesso non possiamo dir nulla”. No comment, infine, sull’altro film che Gobbi ha in programma, sulla vita di un magistrato. Parlando del suo “Scarface”, Gobbi aggiunge che - come “Gomorra”, il film tratto dal romanzo di Roberto Saviano di cui lui stesso è stato interprete - sarà “un live film, una pellicola contemporanea, senza effetti speciali e che registra la realtà”. “Il regista di Gomorra, Matteo Garrone – continua Gobbi – lavora un po’ come Michael Moore: se deve filmare, per esempio, una conferenza stampa, non ricrea un set utilizzando attori, ma filma una vera conferenza stampa. Io ho imparato da Garrone e giro con quel sistema”. “Il motivo per cui – spiega il regista tornando al tema del casting – cerchiamo volti mediterranei è perché il mio Scarface narra la storia di una banda della mafia italo-americana. Il primo film con questo titolo fu quello di Howard Hawks, del 1932, e parlava del proibizionismo. Nel 1983 Oliver Stone scrisse per la regia di Brian De Palma un soggetto in cui il protagonista, interpretato da uno straordinario Al Pacino, era il re del narcotraffico, capo di una gang cubana. Nell’edizione del terzo millennio, Tony Montana/Scarface sarà un boss mafioso italoamericano dedito a quella nuova frontiera del male che sono i crimini genetici”. “Quando ho comprato i diritti di Scarface – conclude Gobbi – avevo già in mente di girare gran parte del film in Sicilia. Quest’isola rappresenta davvero un grande patrimonio per l’intera Umanità e deve essere valorizzata in tutti i suoi luoghi. Ho girato il mondo, vengo da una città unica come Venezia, ma sono stato conquistato dalle bellezze della Sicilia”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php