Live Sicilia

Un maresciallo dell'aeronautica

Perse moglie e figli in un incidente
Si è ucciso per la disperazione

VOTA
0/5
0 voti

incidente, moglie e figli, suicidio, Cronaca
Il 15 gennaio scorso ha perso la moglie e i loro due bambini in un incidente stradale avvenuto a Campobello di Mazara, nel Trapanese, mentre era alla guida della loro auto, ma non ha retto al dolore della morte della sua famiglia e oggi si è suicidato. Protagonista della tragedia
Baldassare Quinci, 44 anni, maresciallo dell'aeronautica militare di Birgi. L'uomo si è impiccato alla tettoia di un immobile di campagna di contrada Bosco Vecchio, di proprietà del suocero. A gennaio la famiglia di Quinci, la moglie Lidia Mangiaracina, una casalinga di 37 anni e i loro due figli, Martina e Vito Quinci, di 12 e 10 anni, viaggiavano su una Fiat Seicento condotta dall'uomo che si scontrò con una Bmw 320D condotta da Fabio Gulotta, un pastore 21enne denunciato dai carabinieri - che all'epoca dei fatti gli ritirarono la patente - per omicidio colposo plurimo, aggravato dallo stato di ebbrezza alcolica.

Da quanto accertato dalla Procura di Marsala Quinci avrebbe avuto un concorso di colpa perché proveniva da una strada in cui c'era lo stop. Nell'incidente stradale il maresciallo aveva riportato lesioni al midollo spinale dalle quali si stava lentamente riprendendo. In una lettera che i carabinieri gli hanno trovato addosso Quinci giustifica il suo gesto con il fatto che vuole ricongiungersi la moglie e i figli e auspica che alla controparte dell'incidente venga riconosciuta la colpa e inflitta la massima pena.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php