Live Sicilia

Lascia il coordinamento regionale

Bufera in Fli, Scalia si dimette


ars, bocchino, dimissioni, fli, Lo Presti, marrocco, scalia, Politica
Una lettera al vice presidente del partito e un'agenzia uscita in serata. Si consuma così la rottura tra Pippo Scalia e Futuro e Libertà.
Con una missiva a Italo Bocchino Scalia ha ufficializzato le proprie dimissioni "irrevocabili" da coordinatore regionale del partito.

Nessuno stupore,  però, a sentire i suoi compagni di partito.

"Era nell'aria da giorni che si apprestava a lasciare il partito", dice il deputato di Fli, Nino Lo Presti.

"La notizia era nell'aria, confermo - commenta a Live Sicilia il capogruppo di FLi all'Ars, Livio Marrocco - . In quest'ultimo periodo soffriva molto. Abbiamo tentato fino all'ultimo di fargli cambiare idea, ma evidentemente non ci siamo riusciti". "Scalia - precisa - non ha comunque lasciato il partito, ma solo l'incarico di coordinatore regionale. E' stato un gesto responsabile anche alla luce dei rapporti difficili che lui qui ha con il presidente Lombardo. Nel partito - assicura Marrocco - non succede nulla. Il gruppo parlamentare resta compatto".
Via libera adesso ai pronostici sul successore. "Ci sono tanti autorevoli personaggi in grado di ricoprire  l'incarico - dice Marrocco -. Ad esempio Carmelo Briguglio".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php