Live Sicilia

Sanità

La gara per le forniture
Tempo-record per l'assegnazione


Articolo letto 996 volte

Angelo Pellicanò, b braun, Catania, johnson & johnson, massimo civello, massimo russo, ospedale garibaldi, S, salvo riolo, sanità, speciale sanità, Politica
Come si è arrivati all'aggiudicazione a poche imprese della gara centralizzata per la fornitura di materiale sanitario nella Sicilia orientale? Dopo l'arresto di uno dei componenti della commissione, Massimo Civello, per fatti esterni alla gara, tre medici, un ragioniere dell'assessorato di Massimo Russo e il provveditore dell'azienda Garibaldi, in un solo giorno, il 14 marzo, hanno valutato 147 lotti. Molti dei quali comprendevano al proprio interno anche 30 prodotti. Il 21 marzo invece hanno valutato complessivamente 118 lotti.
Ma partiamo dal 14 marzo. La commissione, dopo aver rilevato l'integrità dei plichi, verifica che per ogni azienda sono presenti il catalogo ufficiale, l'elenco riassuntivo, l'elenco dei campioni, la relazione descrittiva del servizio post-vendita e la relazione descrittiva dei modelli di valutazione. Sei valutazioni per ogni azienda, con risultati che valgono per tutti i lotti. Sono relazioni da studiare, da leggere, da valutare. Quanto tempo è necessario? È solo l'inizio. Lo stesso giorno, il 14 marzo, vengono aperte le buste di 7 aziende che partecipano a 147 lotti. In molti casi ci sono lotti che contengono anche 42 prodotti (lotto 2), 31 prodotti (lotto 3), 29 prodotti (lotto 13). Addirittura per ogni prodotto la commissione deve emettere 12 valutazioni (lotti 1-47), o 6 valutazioni (lotti 49-200).
Facciamo un esempio sul lotto 3. La commissione deve valutare per ogni sutura, ed in questo caso sono 31 prodotti, una serie di parametri: profilo di perdita di resistenza tensile, resistenza alla trazione su filo dritto e su nodo, scorrevolezza, facilità di annodamento e tenuta del nodo, maneggevolezza, memoria del filo. Poi bisogna valutare le “caratteristiche dell'ago”: capacità di penetrazione nel tessuto, resistenza alla rottura, duttilità, “scorrevolezza al passaggio nei tessuti”, stabilità sul portaghi, attacco ago-filo.
Di ogni prodotto va esaminata la scheda tecnica e il relativo campione e va innanzitutto valutata la conformità. Quanto ci mettono ad emettere 12 giudizi per un lotto di 31 prodotti? Devono aprire la campionatura e provare filo ed ago: per esempio “resistenza alla trazione” vuol dire “sottoporre il filo ad una tensione tipica dell'utilizzo”. Con un tempo da record, dieci minuti a lotto, per 147 lotti sono 1.470 minuti. Cioè 24 ore e mezza.
Il 21 marzo, una settimana dopo, sempre di lunedì, ci sono in campo i lotti di Johnson & Johnson (ben 110) e un'altra azienda (8). Anche in questo caso, se fossero stati impiegati 10 minuti a lotto (anche se tanti lotti, lo ricordiamo, sono composti da 31 prodotti ciascuno), il totale sarebbe di quasi 20 ore.
In questo lavoro faticoso e snervante, non risultano nei verbali pubblicati sul portale ufficiale un orario d'inizio e un orario di conclusione della valutazione. Ma si esclude categoricamente che le riunioni della commissione per ciascun gruppo di imprese siano durate più di un giorno. Vengono indicate come date: 28 febbraio, 14-21-28-29 marzo e 4 aprile 2011. Potrebbe essere stato questo a fare gridare l'Autorità di Vigilanza alla “significativa discrezionalità”? Una cosa è certa: il tempo-record è sotto gli occhi di tutti.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php