Live Sicilia

Gasparri

"Ingroia e Santoro hanno sposato
la causa del baby Ciancimino"


Articolo letto 663 volte
VOTA
0/5
0 voti

ciancimino, gasparri, Cronaca
"E' incredibile che gli stessi protagonisti della trasformazione di Massimo Ciancimino in una improbabile icona, oggi vogliano gestire le verifiche sui comportamenti calunniosi di questo personaggio. Non va bene. Ingroia impartisce lezioni a destra e a manca, senza averne titolo. In realtà dovrebbe finire sul banco degli accusati chi ha consentito a Ciancimino di sollevare polveroni per conservare i soldi del padre mafioso". Lo afferma il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri che torna ad attaccare gli ex presidenti della Repubblica per la vicenda delle revoche al 41 bis.

"Ingroia e Santoro - sostiene Gasparri - hanno sposato la causa del baby Ciancimino e ora sono in difficoltà. Politica, cattiva o giustizia piena di errori? La lotta alla mafia l'abbiamo fatta noi in Parlamento e l'hanno fatta in Sicilia persone come Falcone, Borsellino, il generale Mario Mori. Altri dopo hanno cancellato il carcere duro nel silenzio della Procura e nella distrazione di persone come l'ex presidente Ciampi che oggi in un'intervista parla di tutto ma non spiega perché quando lui stava a Palazzo Chigi e Scalfaro al Quirinale centinaia di boss ebbero in regalo la cancellazione del 41 bis".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php