Live Sicilia

Catania

"Illegittimi i consulenti alla Provincia"
Su "S" la relazione segreta su Lombardo


Articolo letto 891 volte

Catania, lombardo, S, Catania, S
Quattrocento pagine di presunti danni erariali per centinaia di migliaia di euro, cinquemila pagine di allegati ed un elenco in trenta punti che fa riferimento a 104 violazioni di leggi e regolamenti. Assunzioni, consulenze, acquisti, appalti e promozioni frutto della presidenza della Provincia catanese di Raffaele Lombardo. Un sistema al di sopra delle leggi passato ai raggi X dagli ispettori del ministero delle Finanze all'interno di una relazione segreta inviata alla Procura della Repubblica di Catania e alla Procura Generale della Corte dei Conti. I contenuti della relazione sono pubblicati nell'edizione catanese di “S”, in edicola da stamattina: alle “irregolarità e criticità” che devono essere “rimosse”, come si legge nel preambolo della relazione, “S” dedica la copertina.

Nell'inchiesta, a cura di Fernando Massimo Adonia ed Enrico Sciuto, i nomi, i cognomi, gli importi e le caratteristiche degli incarichi che secondo gli ispettori ministeriali sarebbero illegittimi. Fra i quali ci sono tantissimi fedelissimi dell'attuale governatore, ma anche tre persone nominate dall'attuale presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione. Nel mirino anche i consulenti nominati a titolo gratuito: Antonino Razza, ad esempio, non ha alcun contratto con l'amministrazione provinciale, ma riceve rimborsi spese per “ricariche telefoniche, scontrini di bar, ricevute di ristorante, materiale di cancelleria, bollette telefoniche e fatture telepass”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php