Live Sicilia

L'assessorato sulla sentenza del Tar

Russo: "Sorpreso dalla decisione
Faremo ricorso al Cga"


Articolo letto 948 volte

massimo russo, sanità, speciale sanità, Cronaca, Politica
"Apprendo con sorpresa che il Tar di Palermo ha sospeso l'efficacia delle procedure per l'assunzione di alcune centinaia di operatori del comparto sanità bandite recentemente dall'Asp di Palermo. Analizzeremo attentamente il provvedimento ma è certo che proporremo ricorso al Consiglio di Giustizia Amministrativa (Cga) considerato che le direttive che hanno preceduto l'emanazione dei bandi sono state formulate proprio sulla scorta di quanto stabilito dal Cga in una sentenza dello scorso mese di novembre". Lo ha detto l'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo.

"Rispetto come sempre le decisioni del Tar ma faremo valere le nostre ragioni davanti al Cga. Auspico, in ogni caso, che la vicenda possa essere definita al più presto per non tradire le attese di quanti, legittimamente, avevano maturato l'aspettativa di una assunzione attraverso procedure concorsuali e di mobilità regionale ed extraregionale che mancavano da tempo nella sanità siciliana".

Nella giornata di oggi, l'assessorato ha diffuso una nota con la quale, oltre a ribadire la volontà di ricorrere al Cga, rende noto che "le direttive che hanno preceduto l'emanazione dei bandi sono state formulate sulla scorta di quanto stabilito dal Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione siciliana nella sentenza n. 1347/10 del 4 novembre 2010.
Secondo quanto scritto in questa sentenza 'la regola maestra per l'accesso agli impieghi è quella del concorso. Sicché qualsiasi deroga al riguardo - ancorché prevista espressamente dalla legge - non sembra poter prescindere da una valutazione discrezionale in relazione alla fattispecie concreta'. Nei bandi era previsto che circa il 50% dei posti fosse messo a concorso e l'altro 50% venisse destinato alla mobilita' regionale ed extraregionale.

Si precisa tuttavia - prosegue la nota - che la sospensiva riguarda gli atti dell'Asp 6 di Palermo e quindi i concorsi e la mobilità per tutto il bacino della Sicilia occidentale, mentre analoghi provvedimenti non sono stati richiesti per concorsi e mobilità del bacino della Sicilia Orientale".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php