Live Sicilia

Radio Londra

Ciancimino, Ferrara contro Ingroia


Articolo letto 689 volte

, Cronaca
Un appello al presidente delle Repubblica, Giorgio Napolitano, e a Michele Vietti vice-presidente del Consiglio superiore della magistratura ha chiuso l'intervento di Giuliano Ferrara stasera a 'Qui Radio Londra' su Raiuno. Nelle puntata un lungo attacco a Massimo Ciancimino, figlio di Vito Ciancimino, un ''calunniatore professionale'' che oggi è stato fatto arrestare a Bologna da parte di quel magistrato Antonio Ingroia della Procura antimafia di Palermo che, ha detto Ferrara, ''si è servito delle sue accuse mai davvero controllate''. ''E' uno che ne ha dette di tutti colori e ha accusato, tra l'altro, lo stesso Silvio Berlusconi perchè il padre gli avrebbe detto che gli aveva dato dei soldi''.

E di cosa si è servito su tutti Massimo Ciancimino, accusato oggi di truffa e calunnia pluriaggravata, e che ci tiene a dire Ferrara non è neppure un pentito? E qui Radio Londra mette mano a un filmato di repertorio di Annozero con Michele Santoro che nel 2008 parla con Ciancimino ospite della sua trasmissione.''Signor presidente della Repubblica, il tempo è scaduto, bisogna fare qualcosa rispetto a questo calunniatori professionisti in servizio permanente effettivo in mano a un circuito mediatico giudiziario. Chi può provvedere, provveda, una vergogna di questo genere per la giustizia italiana non ci meritiamo''.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php