Live Sicilia

il sondaggio di demopolis

Udc e Fli: "Siamo stati premiati"


Articolo letto 504 volte
VOTA
0/5
0 voti

fli, gianpiero d'alia, Livio Marrocco, udc, Politica
''I risultati sulle intenzioni di voto in caso di elezioni politiche, elaborate dall'istituto 'Demopolis' per 'La Sicilia', evidenziano come l'Udc abbia in questi mesi lavorato bene sul territorio e sia in crescita nell'Isola''. Sono le considerazioni del presidente del senatori dell'Udc e coordinatore siciliano del partito, Gianpiero D'Alia. ''E' incoraggiante - continua - la percentuale che raggiungiamo con il Nuovo polo, che testimonia la possibilità di rappresentare una consistente alternativa politica. E' stata premiata, infine, la nostra coerenza con gli elettori, a testimonianza di come il trasformismo in politica non paghi''. ''Registriamo - conclude - un buon punto di partenza e continuiamo a lavorare con l'impegno di sempre''.

“Un dato incoraggiante, che premia i nostri sforzi e fa della Sicilia la roccaforte di Futuro e Libertà per l’Italia”. Lo afferma Livio Marrocco, capogruppo all’Ars di Fli, commentando il sondaggio "Demopolis" sulle intenzioni di voti dei siciliani alle prossime elezioni politiche nazionali. Secondo l’Istituto nazionale di Ricerche, infatti, il partito di Gianfranco Fini e Pippo Scalia otterrebbe in Sicilia circa 200 mila voti, cioè il 7,5 per cento: “Una percentuale superiore di quasi tre punti all’attuale media nazionale e molto significativa, considerando che seppur con salde radici ideologiche e culturali Fli è un soggetto politico nuovo- afferma Marrocco- Ora sarà nostro compito accrescere ulteriormente questo consenso e tramutarlo in voti effettivi”. Poi l’esponente finiano sottolinea: “Secondo Demopolis il picco massimo di Fli sarebbe in provincia di Trapani, ben oltre la soglia del 10 per cento, a riprova del grande successo ottenuto dalla recente visita di Fini e dalle numerose adesioni che giungono dal territorio”. Alle Politiche nazionali del 2008 il 79 % di quanti oggi in Sicilia sceglierebbero Futuro e Libertà per l'Italia aveva votato Pdl, il 3 % Pd, il 2 % Mpa, l’1 % Idv e Udc e circa il 14 % non si era recato alle urne.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php