Live Sicilia

Leontini attacca Lombardo

"Una lunga sequela di tradimenti"


Articolo letto 473 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Politica
Il Pdl passa al contrattacco, dopo la conferenza stampa di Lombardo, con il capogruppo, Innocenzo Leontini. Ecco il comunicato: "Il Presidente Lombardo si abbarbica a tutto. Persino al carattere obbligatoriamente non definitivo, ma tuttavia fermo e negativo delle dichiarazioni di Bersani. Per non dimettersi, e rimanere in sella. Ieri spregiando Cuffaro, oggi respingendo le riserve degli alleati, Lombardo omette di ricordare che negli anni della Presidenza Cuffaro, egli ne era il principale ed organico sostenitore, prima da segretario regionale dello stesso partito, dopo da leader del MPA con i suoi assessori in Giunta.

Lombardiano Lombardo diventa nel 2008, dopo la sua elezione a Presidente. E da lì comincia una lunga sequela di tradimenti. Un maggiore rispetto il presidente Lombardo dovrebbe usare nei confronti di altri, considerando che dal punto di vista giudiziario le sue vicende si stanno determinando nello stesso identico modo, con le medesime imputazioni.In sostanza, chi si tuffa dalla nave nella quale ha sempre navigato, o finisce investito dalla stessa nave o rischia il naufragio.

Curiamoci del Bilancio e della Finanziaria. Pensiamo ai siciliani ed ai loro bisogni. Lavoriamo, finché possiamo, a mantenere attivo il Parlamento. Noi del Pdl, scaricati da Lombardo interessato a proseguire da solo, senza il consenso degli elettori e con l’appoggio di partiti anch’essi trasformisti, abbiamo un interesse: che la Sicilia non finisca definitivamente ferita e ingessata dai tradimenti della politica, dagli incoerenti, dagli inefficienti e spreconi, dai finti tecnici. Insomma da Lombardo che, incarnando tutte queste virtù, farebbe bene ad andarsene. Cosa che prima che poi si accingerà a chiedergli qualche agnello che finge di ritornare ad essere Lupo".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php