Live Sicilia

il presidente dell'assemblea regionale

L'appello di Cascio ai deputati:
"Approvare il bilancio è la priorità"


Articolo letto 595 volte
VOTA
0/5
0 voti

appello, ars, bilancio, Cascio, regione, sicilia, Politica
“Urge definire e approvare i documenti contabili della Regione, mettendo da parte polemiche e personalismi che ci allontanano dal raggiungimento tempestivo di questo obiettivo, che è per la Sicilia una priorità assoluta”. Lo afferma il Presidente dell’Ars, Francesco Cascio, lanciando un appello alle forze politiche presenti all’Assemblea Regionale Siciliana e al Governo, affinché ci sia un impegno trasversale per giungere all’approvazione del bilancio.

“In una Regione - aggiunge Cascio - come la nostra, circa i tre quarti della ricchezza e del reddito prodotti localmente sono riconducibili alla spesa pubblica, dunque, se la spesa ordinaria è debole e quella straordinaria non decolla, il risultato che ne consegue è un drammatico aggravamento del quadro economico. L’approvazione del bilancio regionale, in tal senso, rappresenta l’unico strumento che può arginare una deriva devastante per i cittadini, le famiglie e le imprese”.

“Ormai da decenni - sottolinea Cascio - la Sicilia vede un bacino di 1,5 milioni di occupati, quando, invece, per allinearci al resto del Paese, ne occorrerebbero 2 milioni circa. Questo deficit storico risulta aggravato da una delle più difficili crisi conosciute dal mondo occidentale dopo l’ultimo conflitto mondiale e se l’Italia soffre, la Sicilia rischia di morire”.

“La contrazione - continua Cascio - degli investimenti e degli appalti, le difficoltà di accesso al credito e di tenuta sul mercato per le imprese aggravano la disoccupazione ed esasperano il precariato. Se a ciò si aggiunge la tensione che stiamo vivendo per la grave situazione umanitaria legata all’immigrazione, vediamo con lucidità la disperazione dei siciliani”.

Cascio conclude: “Davanti a un quadro così fosco, credo che, nessuno dei parlamentari o dei componenti di questo Governo voglia portarsi sulla coscienza il peso di negare l’unica risposta di speranza possibile, ovvero l’approvazione del Bilancio. Confido, quindi, che gli uomini politici di buona volontà raccolgano il mio appello trasversale e rinviino ogni questione o sentimento pregiudiziale che possa compromettere questa meta vitale per la Sicilia”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php