Live Sicilia

la corte dei conti ha bloccato 30 milioni

Formazione, sindacati in rivolta
Lombardo: "Il sistema non regge"


Articolo letto 626 volte

corte dei conti, formazione professionale, protesta, sindacati, Cronaca
E' ancora caos nell'universo della formazione professionale in Sicilia. Come si apprende dalle pagine di cronaca locale del quotidiano La Repubblica, la Corte dei Conti avrebbe bloccato il decreto regionale attraverso il quale venivano stanziati 30 milioni di euro per il pagamento degli stipendi arretrati degli operatori della formazione professionale. I trenta milioni rappresentano un anticipo del tanto discusso Prof 2011. "Il caso - si legge su Repubblica - è esploso ieri in commissione Bilancio all'Ars, quando il governo ha comunicato ai sindacati la sospensione del decreto che stanziava trenta milioni di euro come anticipazioni sul Piano Regionale per l'offerta Formativa 2011". Ma la Corte dei conti ha appunto rilevato che non era possibile stanziare fondi, seppure sotto forma di anticipazione, rispetto a un Prof non ancora operativo.

Ma i sindacati hanno annunciato battaglia e già da questa mattina un centinaio di lavoratori degli enti di formazione professionale sta manifestando davanti Palazzo d'Orleans, chiedendo appunto alla Regione di sbloccare i fondi per consentire agli enti di pagare gli stipendi arretrati.

"Quello della formazione professionale è un sistema che non regge, costa troppo. Stiamo ragionando su un accordo per ridurre i costi e il personale attraverso il pensionamento. Lavoriamo perché venga definito un piano che rispetti le regole imposte dall'Unione europea". Lo ha detto rispondendo ai giornalisti il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php