Live Sicilia

Palazzo di giustizia di Catania

L'ordinanza Iblis costa troppo
E gli avvocati non la ritirano


Articolo letto 661 volte
VOTA
0/5
0 voti

angelo lombardo, avvocati, faldoni, iblis, inchiesta, raffaele, Cronaca
L'ordinanza telematica, un dischetto che contiene i 70 faldoni dei 56 indagati, dell' inchiesta Iblis, su presunti rapporti tra mafia, politica e imprenditori a Catania, costa 8.000 euro. Una cifra ritenuta elevata dai legali che hanno deciso di non anticipare la somma per i loro clienti e per questo non è stata ancora ritirata da alcuno degli indagati. Gli atti sono depositati nella segreteria della Procura della Repubblica di Catania. Neppure i legali del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e di suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa, indagati per concorso esterno all'associazione mafiosa, hanno ritirato l'ordinanza telematica ritenendola troppo costosa.

La linea scelta degli avvocati Guido Ziccone, Grazia Volo e Carmelo Galati, che assistono il governatore, è di acquisire, tramite l'indice conclusivo, gli atti che riguardano soltanto il loro assistito. E nei confronti di Lombardo, così come confermato da più fonti, sono stati depositati agli atti accertamenti patrimoniali, la testimonianza di due collaboratori di giustizia e le intercettazioni ambientali in carcere di alcuni dei detenuti, che devono però essere ancora interrogati dalla Procura per chiarire i contenuti dei loro dialoghi 'ascoltati' da carabinieri del Ros. Secondo quanto si è appreso il quadro indiziario non sarebbe particolarmente mutato rispetto a quanto si era già delineato nella fase delle indagini preliminari, anche se ulteriori accertamenti sono in corso.

(Fonte ANSA)


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php