Live Sicilia

Bilancio

Ars, si rischia lo scioglimento
Il Pdl: "Situazione inaccettabile"


Articolo letto 558 volte
VOTA
0/5
0 voti

bilancio, leontini, pdl, Politica
Stamattina la commissione Bilancio dell'Ars si è riunita per ascoltare le associazioni di imprenditori e artigiani, ma bilancio e finanziaria ancora non ci sono. "E' una situazione inaccettabile - dice Innocenzo Leontini (nella foto), capogruppo Pdl - la conferenza dei capigruppo aveva stabilito che questa settimana avremmo esaminato la manovra in commissione, e la prossima avremmo dovuto lavorare in aula, ma del testo ancora non c'é traccia". "Rispetto agli anni passati la situazione è più preoccupante - aggiunge Leontini - sia dal punto di vista finanziario, sia per quel che riguarda l'atteggiamento del governo regionale".

Intanto il governo regionale, con l'assessore all'Economia Gaetano Armao in prima linea, è impegnato nella trattativa con Roma per chiedere di abbassare la quota di compartecipazione della Sicilia alla spesa sanitaria, e di potere utilizzare i fondi Fas nell'ambito della manovra di rientro del debito della sanità. "Comprendo bene che siamo di fronte a vere e proprie ritorsioni del governo Berlusconi nei confronti della Sicilia - dice Giovanni Panepinto, deputato Pd e componente della commissione Bilancio - ma il governo regionale ha il dovere di dire a che punto siamo: bisogna convocare immediatamente la commissione Bilancio alla presenza del governo, che deve informarci sullo stato della trattativa e sulla prospettiva alla quale andiamo incontro. La situazione è molto complicata". Dalla commissione Bilancio intanto fanno sapere di essere pronti ad esaminare la manovra in qualunque momento, non appena sarà pronta. L'esercizio provvisorio scade il 30 aprile.

Lo Statuto prevede che, in caso di mancata approvazione della manovra economica, si possa procedere allo scioglimento dell'Ars: scenario, questo, che non si è mai verificato in oltre sessant'anni di autonomia. Alle 16 è convocata la seduta ma poco prima, alle 15,30, si riunirà la conferenza dei capigruppo che, alla luce di questa situazione, dovrà decidere come procedere.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php