Live Sicilia

La provocazione

Non sarà più salutare tifare Catania?


Articolo letto 577 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, Catania, lo monaco, Catania, Sport
Il campionato del Palermo ha visto i suoi titoli di coda nella giornata di ieri, esattamente al 96’ quando Giaccherini ha trafitto la porta rosanero per il pari cesenate. Una vittoria infatti avrebbe permesso al Palermo di lottare ancora per un obiettivo, ossia quel settimo posto che con una serie di opzioni legate anche alla Coppa Italia potrebbe portare in Europa League. Invece no, i punti adesso di distacco sono tanti,  a sei giornate dalla fine, i rosanero restano con un pugno di mosche in mano. E adesso che si fa? Con la salvezza ormai raggiunta e senza più Europa League o Champions League da perseguire, il Palermo cosa farà? E’ vero che c’è ancora da giocare una grande doppia semifinale di Coppa Italia, ma la domanda che vi riproponiamo è: con quale entusiasmo ed eccitazione i tifosi rosanero affronteranno la partita di campionato del Palermo, che sia di domenica o di sabato?

Tranne che contro Bari e forse Chievo, gli uomini di Rossi in queste ultime sei tappe di campionato, affronteranno tutte squadre che sono ancora in lotta per un obiettivo, e come ormai succede spesso in Italia, triste malcostume, la formazione che non lotta per nulla ha quasi l’obbligo di regalare punti all’avversario. Un po’ quello che pretendeva il secondo portiere del Cesena Calderoni che a pari raggiunto è andato a sfogare tutta la sua rabbia davanti la panchina del Palermo. Sabato sfida all’Olimpico contro la Roma ancora a caccia della Champions, poi il Napoli sognatore di tricolore al Barbera, poi al Tardini il Parma in lotta per la salvezza, alla 17° di ritorno il Bari in casa, infine Sampdoria a Marassi e si chiude con il Chievo in casa che non è ancora salvo. I rosanero quindi rischiano seriamente di chiudere nell’anonimato più totale uno dei campionato più strani della sua storia.

Un’altra domanda e chiaramente una provocazione che vi lanciamo è: ma in questo momento, in cui ormai si respira una fitta aria vacanziera, non vorreste provare il piccante gusto di rigettarvi nella mischia e lottare come il Catania per un obiettivo? Quindi la salvezza? Forse è pura follia, forse è qualcosa di stimolante, forse è solo qualcosa dettata dalla “noia” che adesso ci attende in campionato. La verità è che sicuramente adesso ne gioveranno fidanzate e mogli, che in netto anticipo rispetto agli anni precedenti, potranno iniziare a godersi le domeniche al parco e le gite fuori porta…


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php