Live Sicilia

L'accusa di Sinistra e Libertà

"E' molto peggio di un complice
chi sostiene il governo di un indagato"


Articolo letto 581 volte

pd, sinistra e libertà, Politica
"Chi tace è complice, ma chi sostiene un governo presieduto da un indagato per concorso esterno in associazione mafiosa è molto di più". Lo afferma Erasmo Palazzotto coordinatore Regionale di Sinistra Ecologia e Libertà. "Lombardo ha tutto il diritto di difendersi dalle accuse che gli vengono mosse, ma non può costringere la Sicilia a difendersi insieme a lui - aggiunge l'esponente di Sel - chiediamo al presidente della Regione di fare un passo indietro e di non permettere che i siciliani rivivano l'incubo e l'umiliazione a cui sono già stati sottoposti da Cuffaro".

"Al Partito Democratico, nostro alleato in molte amministrazioni, chiediamo di prendere una posizione politica e chiara - continua Palazzotto - non si può tacere in questo modo davanti a fatti così gravi". "Dopo la richiesta di rinvio a giudizio il sostegno del PD al governo Lombardo comprometterebbe irrimediabilmente il profilo del centro sinistra italiano, che non sarebbe più credibile nel contestare a Berlusconi i suoi problemi con la Giustizia - conclude Palazzotto - ci auguriamo che il Pd decida di compiere l'unico gesto possibile, staccare la spina a questo governo e portare così la Sicilia a nuove elezioni".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php